Opisthorchiasis negli adulti - sintomi, prevenzione e trattamento

Fin dall'infanzia, sappiamo quanto sia gustoso e salutare il pesce, bollito, fritto, cotto in forno. Ci viene detto del fosforo, dello iodio e dell'omega-3, tuttavia, è spesso dimenticato di dire che è il pesce che può essere una causa grave della malattia non molto piacevole chiamata opistorsiasi.

La malattia è diventata abbastanza diffusa, nel mondo ci sono 21 milioni di persone che sono infette da questi elminti. Questa malattia parassitaria "incontrollabile" è molto difficile da diagnosticare, i suoi sintomi sono diversi e non specifici, causa una serie di gravi complicanze e il suo esito è il più sfavorevole.

Succede che i pazienti per anni sono trattati senza successo da un pneumologo, un allergologo, un oncologo e altri specialisti.

Come puoi essere infettato?

Come è l'infezione con l'opistorchosi e che cos'è? Opisthorchiasis - una malattia causata da flat flukes di classe verme (opistorhis). Gli agenti patogeni più comuni sono il colpo di fegato, il gatto e il colpo di fortuna siberiano. Questi sono parassiti molto piccoli di una forma lanceolata con una lunghezza da 8 a 18 mm. Si sviluppano con l'aiuto di due ospiti intermedi, dopo di che raggiungono una persona o un qualsiasi animale carnivoro, in tal modo infettandola e causando una malattia.

La principale fonte di infezione è una persona malata o animale, le cui feci insieme alle uova del parassita cade nell'acqua. In futuro, le uova possono essere ingoiate dalle lumache, in cui le larve del parassita si moltiplicheranno, quindi usciranno nell'acqua sotto forma di larve - cercariee.

In quale pesce si conosce l'opisthorchosi, le cercarie sono molto abbondanti nei pesci della famiglia delle carpe: stiamo parlando di yazra, carassio, dace, lasca, lasca, scardola, carpa e orata. La probabilità di infezione da luccio è estremamente ridotta. Storione (sterlet), salmone (salmone, salmone rosa, salmone) e pesce di mare sono sicuri contro l'infezione da opistorch. L'ulteriore sviluppo delle cercarie avviene nei muscoli e nel tessuto sottocutaneo dei pesci carpe, dove si trasformano in metacercarie.

L'infezione di esseri umani e animali si verifica quando si consuma pesce invasivo, maltrattato (crudo, leggermente salato). Nel tratto gastrointestinale dell'ospite finale, sotto l'azione del succo duodenale, la capsula e le membrane delle larve si dissolvono, risultando nei metacercari che migrano al dotto biliare comune, ai dotti biliari intraepatici e anche ai dotti pancreatici.

Nel sistema epatopancreatico-biliare, in 3-4 settimane, il metacercario diventa un opistorchis maturo in grado di produrre uova. Il ciclo completo dello sviluppo dell'elminto dall'uovo alla persona matura dura 4-4,5 mesi. L'invasione di una persona da parte di un opistor può variare da poche a decine di migliaia. Nell'organismo del proprietario finale, il colpo di gatto può parassitizzare per 20-25 anni.

I sintomi di Opisthorchiasis

Dopo l'infezione con l'opistorchosi, i sintomi negli adulti potrebbero non manifestarsi per un periodo piuttosto lungo, ma dopo l'inizio dell'attività dell'elminti non saranno difficili da rilevare.

I sintomi dell'opportofilia inizieranno ad apparire come risultato della riproduzione delle larve nel fegato e nel pancreas, dopo che la loro individuazione, diagnosi e trattamento dovrebbero essere immediati. Anche se i sintomi dell'opiscorosi non sono pericolosi per la vita, ricorda, il trattamento nelle prime fasi della malattia è molto più facile.

Fase acuta (o opistorchiasi acuta). Caratterizzato dallo sviluppo di un quadro clinico "brillante":

  • Dolore nei muscoli e nelle articolazioni.
  • Cattivo appetito, perdita di peso.
  • Dolore nell'ipocondrio destro, è possibile l'insorgenza di dolori da accerchiamento nella localizzazione (localizzazione) del processo infiammatorio nel pancreas con irradiazione (diffusione) nel braccio sinistro e / o nella metà sinistra del torace.
  • Aumento della temperatura corporea (fino a 38-40 ° C) con brividi, aumento della sudorazione, intossicazione (intossicazione) del corpo.
  • Reazioni allergiche - prurito della pelle, orticaria allergica (eruzione cutanea di natura allergica, derivante dal contatto di un allergene (una sostanza che viene percepita dal sistema immunitario come estraneo e causa una reazione allergica) con la pelle);
    disturbi dispeptici (disturbi digestivi) (nausea, vomito, diarrea).

Il quadro clinico dell'operofascia acuta è caratteristico di molte malattie infettive. Pertanto, la sua diagnosi è difficile.

Opisthorchiasis cronico

In questa fase, è possibile rilevare i sintomi caratteristici di tali malattie come l'epatite, la colecistite, la pancreatite, la gastroduodenite. Nell'opistolocismo cronico, i sintomi possono essere costantemente presenti o verificarsi periodicamente con periodi alternati di esacerbazione e remissione (nessun sintomo della malattia).

Nell'ipocondrio destro, i dolori parossistici, simili alle coliche biliari, vengono trasmessi alla metà destra del petto. Disturbi dispeptici osservati. Poiché il parassita colpisce anche il sistema nervoso, questo si manifesta con i sintomi corrispondenti. Il paziente lamenta stanchezza, insonnia, irritabilità, nervosismo.

C'è una maggiore sudorazione, tremore delle mani, palpebre e lingua. Abbastanza spesso, i sintomi neurologici vengono alla ribalta, il che contribuisce a diagnosi errate. Oltre al paziente elencato, possono verificarsi manifestazioni allergiche (orticaria, prurito, angioedema, allergie alimentari).

Opisthorchiasis: foto

Come fa l'opistorchosi, nella foto puoi vedere l'agente eziologico della malattia.

diagnostica

Nel caso dell'opportofilia, la diagnosi è difficile nel primo periodo della malattia, dal momento che dall'inizio delle manifestazioni cliniche della malattia al rilascio di uova di parassita con le feci passa, in media, fino a sei settimane.

Molto spesso, l'algoritmo delle misure diagnostiche è il seguente:

  1. Si raccoglie l'anamnesi, durante la quale diventa chiaro se il paziente vivesse in un luogo in cui spesso viene diagnosticata l'ostrofiasi e se ci fossero episodi di mangiare pesce termale malamente trasformato di carpa.
  2. In generale, un esame del sangue ha rivelato leucocitosi, aumento della VES, alto grado di eosinofilia. L'analisi biochimica del sangue mostra una diminuzione del livello di proteine ​​totali nel sangue, l'albumina, i cambiamenti negli enzimi epatici.
  3. È necessaria una diagnosi completa, che viene effettuata su 3 specifici marcatori - IgM, IgG, CEC e consentono una diagnosi accurata.
  4. I sintomi della malattia durante la diagnostica ecografica dell'opiziato - i cambiamenti diffusi nel fegato, la dilatazione dei dotti biliari e l'epatomegalia.

Si raccomanda di eseguire l'analisi dell'opportachiacea fecale tre volte, con un intervallo di diversi giorni. Ciò è dovuto al fatto che non è sempre possibile rilevare immediatamente le uova dell'agente patogeno. Uno studio diagnostico più moderno utilizzato per diagnosticare l'opistociasi è il rilevamento del DNA del verme utilizzando una reazione a catena della polimerasi. Il metodo può essere applicato sia nei bambini che negli adulti.

Trattamento di Opisthorchiasis

Se un adulto ha trovato i sintomi di cui sopra, allora non bisogna farsi prendere dal panico e dalla disperazione, perché il trattamento dell'opportofobia negli adulti, sebbene problematico, può essere trovato e liberare il paziente dai parassiti. In questo caso, al paziente vengono prescritti farmaci che uccidono i vermi, in tal modo purificando il fegato e il pancreas dalla loro presenza. Tale trattamento è complesso, ha diverse fasi e può essere piuttosto lungo.

Il regime di trattamento per Opisthorchiasis prevede diversi passaggi:

  1. Preparatorio. Dura da 10 a 20 giorni, a seconda della gravità del corso. Durante questo periodo vengono prescritti farmaci per migliorare la condizione e alleviare i sintomi comuni. Questi sono agenti antispastici, antinfiammatori, antiallergici. I preparati biliari vengono utilizzati per ottimizzare il flusso della bile. Gli epatoprotettori stabilizzano il fegato.
  2. Il secondo stadio è la degelmentazione diretta. Il medico raccomanda in ogni caso un corso di medicine volte ad eliminare i vermi dal corpo. L'autotrattamento in questi casi può avere conseguenze negative, quindi è necessario attenersi rigorosamente allo schema e al decorso del farmaco necessario, che è raccomandato da uno specialista.
  3. Il terzo stadio (riabilitazione) è progettato per ripristinare le violazioni che si sono verificate nel corpo a seguito dell'invasione. Inoltre, si è preso in considerazione che la persona è stata trattata con biltricid, il che significa che ci sono tutte le ragioni per usare la terapia coleretica attraverso vari tipi di tuberi, prendendo decotti di erbe con effetto coleretico e epatoprotettori. Anche durante l'intero periodo di riabilitazione, l'intestino deve essere pulito con clisteri o lassativi.

Sullo sfondo del trattamento farmacologico, non è auspicabile effettuare il trattamento con metodi tradizionali, poiché il carico sul fegato malato è già così grande. Quindi è meglio aspettare fino a quando il corso di praziquantel è finito.

dieta

L'uso della dieta numero 5 è efficace in molti casi di malattie gastrointestinali. E il trattamento dell'opiscorosi non è un'eccezione. Durante il periodo di trattamento terapeutico dell'opiziato, così come per i sei mesi successivi, la nutrizione terapeutica per l'opistociasi contribuirà al recupero.

Secondo questa dieta, i pazienti con opisthorchosis sono invitati a mangiare piatti bolliti, al vapore e al forno, cioè quelli che hanno subito un trattamento termico parsimonioso. Inoltre non puoi mangiare dolci e muffin, prodotti culinari molto salati e piccanti.

Prevenzione dell'opiscorosi

La prevenzione primaria consiste nel prevenire che il parassita entri nel corpo umano.

  1. Opisthorchiasis si verifica esclusivamente quando infetti da cisti di opisthorchis mangiando pesce che non ha subito una cottura corretta. Di conseguenza, è possibile proteggersi dall'infezione osservando determinate regole per la selezione e la preparazione di piatti di pesce.
  2. Far bollire il pesce dovrebbe essere porzionato almeno 20 minuti dopo l'ebollizione, gnocchi di pesce - almeno 5 minuti dal momento di ebollizione. I pesci (le crocchette di pesce) devono essere fritti in porzioni di grasso per 15 minuti. Grossi pezzi di pesce che pesano fino a 100 g devono essere fritti in forma appiattita per almeno 20 minuti. Il pesce piccolo può essere fritto intero per 15-20 minuti. Le torte di pesce devono essere cotte per almeno 60 minuti.
  3. il congelamento; il tempo di congelamento è di 7 ore a una temperatura nel corpo del pesce -40 ° С; 32 ore - a -28 ° С.
  4. Salatura - salatura in soluzione salina a densità salamoia dal primo giorno di salatura 1,20 a 2 ° C; la durata della salatura da 10 a 40 giorni, a seconda del peso del pesce.
  5. In nessun caso dovresti usare acqua non depurata, che si tratti di acqua proveniente da corsi d'acqua, pozzi o acqua corrente. Allo stesso tempo, per sapere con certezza che tutti i parassiti che si trovano nell'acqua inquinata sono morti, è meglio farlo bollire per almeno dieci minuti.
  6. Le mani dovrebbero essere lavate frequentemente. Questo è il modo più semplice, ma efficace con il quale una persona si protegge senza sforzo dalla stragrande maggioranza delle malattie infettive.

Se ci sono sintomi indicativi di infezione, deve essere eseguito un esame, deve essere dato uno sgabello per rilevare le uova di vermi e sangue per l'oftalchiasi. Va ricordato che un opistorch maturo che secerne le uova si sviluppa dalle cisti per quasi un mese, rispettivamente, il parassita può essere rilevato solo dopo questo periodo.

Opistorchiasi

Opisthorchiasis - una malattia che è inclusa nel gruppo di elmintiasi. La malattia colpisce il pancreas e il fegato. L'agente causale dell'optorchiasi è un parassita, chiamato passera siberiana o passera di gatto. Questo elminto è parassitario non solo negli esseri umani, ma anche negli animali - cani, gatti, così come negli animali selvatici. Nel corpo, vive nella cistifellea, nel pancreas, nel fegato, nelle vie biliari.

Prevalenza di Opisthorchiasis

I focolai di opistorchiasi si formano a causa dell'influenza di vari fattori: questa è la presenza di corpi idrici, il loro inquinamento da liquami, le abitudini alimentari della popolazione (il consumo di pesce crudo). Nel mondo moderno, la parte principale della gamma di opistoria si trova in Russia e Ucraina.

Gli esperti affermano che negli ultimi dieci anni il numero di casi di invasione di cittadini è diminuito notevolmente. Tuttavia, la dinamica dell'incidenza suggerisce che la sorveglianza dovrebbe essere obbligatoria.

L'infezione da opistorchiasi avviene da una persona o da un animale infetto. Le uova di parassita con le feci cadono nell'acqua. Quindi vengono inghiottiti dalle lumache, dove le larve e la razza. Dopo di ciò, le larve di cercariae entrano nell'acqua. A loro volta, penetrano nel pesce, principalmente nella carpa.

Di conseguenza, persone e animali vengono infettati dall'opportofilia nel processo di consumo di pesce. È particolarmente pericoloso mangiare pesce crudo, essiccato e maltrattato, che può contenere larve invasive di parassiti. L'infezione più comune con questa malattia si verifica in un focus endemico.

Metacercaria ha una vitalità molto elevata: anche a una temperatura di circa -40 ° C, possono durare fino a sei ore. Hanno meno resistenza alle alte temperature e al sale.

Dopo aver inserito nello stomaco, la capsula metacercaria viene digerita. A sua volta, la larva rompe la sottile membrana gealinica già nel duodeno. Dall'intestino le larve del parassita penetrano nei dotti biliari della cistifellea, così come nei dotti del pancreas. Dopo circa 3-4 settimane, le metacercarie stanno già deponendo le uova. Cioè, in generale, il ciclo di sviluppo del parassita dura circa quattro mesi. L'invasione si verifica nel corpo di una persona infetta unicamente a seguito di ripetute infezioni. Opistorchis può vivere da 20 a 25 anni.

I sintomi di Opisthorchiasis

Se una persona ha l'optocardia, i sintomi della malattia iniziano ad apparire nel periodo compreso tra il quinto e il quaranta secondo dopo l'infezione della malattia. La malattia può essere lieve, moderata e grave. Il periodo di incubazione è di circa 21 giorni. Di regola, opistrohoz inizia bruscamente, in casi più rari, la malattia si sviluppa gradualmente. In questo caso, il paziente lamenta una grave debolezza, sudorazione periodica, malessere. L'ulteriore corso della malattia è per lo più subclinico, i sintomi sono espressi molto poco. Il paziente può avere la febbre, tuttavia, l'aumento è solitamente piccolo - fino a 38 ° C. Se una persona sviluppa opistorchiasi, i sintomi possono essere espressi da eosinofilia sullo sfondo di leucocitosi moderata.

Tuttavia, se c'è una forma acuta della malattia, quindi con moderata oftalmia, il paziente ha una forte febbre, un aumento della temperatura corporea, che può raggiungere 39 - 39,5 ° C. Questi sintomi completano anche i fenomeni catarrali delle prime vie respiratorie. Eosinofilia e leucocitosi sono in aumento, si osserva un aumento moderato della VES.

I pazienti con opistorschiasi forme lievi e moderate di gravità osservano che dopo una o due settimane, la loro condizione migliora notevolmente. In questo caso, c'è una fase latente della malattia, che continua il corso già cronico della malattia.

Se l'opistococco acuto si manifesta in forma grave (approssimativamente nel 10-20% delle persone ha un decorso della malattia simile), allora la malattia può presentare numerose varianti. Pertanto, vengono diagnosticate varianti di epatocholangite gastro-enterocolitica, tipo tifoide, nonché una variante della malattia in cui sono colpite le vie aeree. In quest'ultimo caso, l'opisthorchosis si manifesta con bronchite, polmonite.

Quando la forma del tifoide, che spesso manifesta l'opistorschiasi, i sintomi della malattia riflettono più chiaramente la natura allergica della fase acuta della malattia. In questo caso, la malattia inizia in modo acuto, il paziente soffre di un brusco aumento della temperatura corporea, sviluppa brividi, eruzioni cutanee. La cardialgia è abbastanza spesso osservata, in cui i cambiamenti diffusi nel miocardio sono evidenti sull'ECG e si verifica anche un'intossicazione dell'organismo. L'esordio acuto della malattia, inoltre, nei primi giorni è accompagnato da forte mal di testa, debolezza, mialgia, sintomi dispeptici. Una persona può soffrire di tosse e altri sintomi allergici. La manifestazione acuta dell'opportofilia di solito dura circa due settimane.

Per la forma di epatocholangite della malattia è caratterizzata da forte febbre, eosinofilia. Inoltre, ci sono segni di danno epatico diffuso: il paziente manifesta epatosplenomegalia, ittero, aumenta il livello di bilirubina nel sangue, aumenta il livello di proteine. Il paziente è preoccupato per il dolore: a volte assomigliano a una colica epatica, in alcuni casi appaiono doloranti e noiosi. Se la malattia assume una forma grave, potrebbe esserci una manifestazione di pancreatite e disfunzione del pancreas. In questo caso, ci sono manifestazioni dispeptiche, herpes zoster.

Se l'opisthorchosis si manifesta in una variante gastroenterocolitica, la malattia assume la forma di gastrite catarrale erosiva, ulcere duodenali e ulcere gastriche, enterocolite. In questo caso, come i sintomi caratteristici, c'è dolore nell'ipocondrio destro, epigastria. Una persona è molto preoccupata per vomito, nausea, diminuzione dell'appetito, feci disgregate. L'esame fibroscopico mostra gastroduodenite emorragica erosiva e, in alcuni casi, nicchie ulcerative. L'intossicazione e la febbre sono più lievi.

Circa un terzo dei pazienti soffre di coinvolgimento nel processo di malattia dell'apparato respiratorio, che si manifesta con processi infiammatori nel tratto respiratorio superiore, pleurite, polmonite, bronchite asmatica. Nell'uomo, con questa forma di opistorsiasi, è presente la sindrome astenico-vegetativa, che si manifesta con debolezza, disturbi del sonno, stanchezza, irritabilità.

A volte la fase acuta della malattia ha una durata prolungata: in questo caso, la febbre può durare per circa due mesi o anche più a lungo. In questo caso, il paziente non passa la sindrome polmonare e ci sono segni di danno epatico. Nel processo di riduzione delle manifestazioni dello stadio acuto della malattia, la condizione generale gradualmente si normalizza, la forma della malattia cambia, trasformandosi in una fase cronica. Molto spesso si manifestano discinesia delle vie biliari, pancreatite cronica e colangioepatite cronica. Tali fenomeni, a loro volta, diventano un fattore che contribuisce all'adesione di un'infezione batterica secondaria. Di conseguenza, il paziente può sviluppare una lesione del sistema epatobiliare del tipo di colangioepatite, in cui vi è una sindrome del dolore pronunciata, ittero e un ingrossamento del fegato. Se il pancreas è interessato, la pancreatite si manifesta in una persona infetta da oftalicismi.

A causa della sconfitta del tratto gastrointestinale, la gastrite di natura cronica, così come la duodenite, si verifica abbastanza spesso.

A volte i pazienti lamentano dolore nella regione del cuore, un polso irregolare. Tali fenomeni sono associati alla presenza di alterazioni distrofiche nel miocardio. Nel processo di sviluppo della malattia, la ghiandola pituitaria è inibita ed esaurita.

Opistorschiasi nei bambini è solitamente espressa in una forma lieve, mentre nella forma acuta la malattia si manifesta molto meno frequentemente rispetto agli adulti. I bambini di età compresa tra 1 e 3 anni nella fase cronica della malattia manifestano un ritardo nello sviluppo fisico, segni di discinesia biliare e il bambino non mangia bene. Quando un bambino matura, ha una sensibilizzazione più pronunciata, quando raggiunge l'adolescenza, il paziente ha già una patologia organica caratteristica dei pazienti adulti.

Complicazioni di Opisthorchiasis

Se l'opistorchiasi si verifica in forma grave, gli esperti parlano di una prognosi grave e della possibilità di complicanze. Quindi, come complicazione di questa malattia, cirrosi epatica, cancro primario del fegato e del pancreas, si può sviluppare una peritonite biliare.

È anche possibile un grave danno al sistema nervoso, come evidenziato dalla manifestazione di mal di testa, insonnia, irritabilità e depressione.

Inoltre, l'infezione da oftalmia può aggravare la condizione dei pazienti con altre malattie, può influenzare negativamente lo sviluppo della gravidanza, contribuire alla formazione della carenza di tifo-paratifo. Se una persona viene reinfettata dall'opistorchosi, allora il decorso della malattia è progressivo.

Diagnosi di Opisthorchiasis

Nella fase iniziale della malattia, è molto difficile da diagnosticare, perché le uova dei parassiti nella bile e le feci possono essere rilevate solo dopo 4-6 settimane. Di conseguenza, lo specialista diagnostica l'oftalchiasi acuta, guidata dai dati della storia epidemiologica, nonché la manifestazione dei sintomi corrispondenti. Quindi, la presenza di questa malattia può essere assunta se il paziente è stato al centro della distribuzione dell'opistolachis per qualche tempo e ha consumato un pesce che non è stato trattato termicamente. Anche la presenza di leucocitosi ed eosinofilia in combinazione con i sintomi sopra descritti è un prerequisito per tale diagnosi.

Inoltre, a causa dell'elevata concentrazione di immunoglobuline sieriche specifiche, talvolta vengono utilizzati metodi diagnostici sierologici. La diagnosi è confermata dopo un intervallo di circa un mese se vengono individuate uova di Ostorch.

Nel processo di diagnosi della fase cronica dell'opportorosi, viene utilizzato il metodo parassitologico: si basa sulla rilevazione di uova di parassita nelle feci del paziente o nel contenuto duodenale.

Trattamento di Opisthorchiasis

È importante che il trattamento dell'opiscorosi, sia nella fase cronica che in quella acuta, sia complesso. In questo caso, è necessario combinare i metodi di terapia etiotropica e patogenetica.

Il trattamento dell'ophorhorchiasis avviene in fasi: inizialmente, il medico svolge la preparazione necessaria per la terapia, seguita dall'assunzione di un farmaco antielmintico con trattamento patogenetico parallelo. Lo stadio successivo è la riabilitazione del paziente, dopo il quale deve essere lasciato al dispensario e controllare l'efficacia del trattamento.

I pazienti che manifestano una fase acuta di oftalchiasi dovrebbero essere sottoposti a terapia mirata principalmente all'eliminazione delle reazioni allergiche e al trattamento delle patologie degli organi ad esse associati. In questo caso, farmaci prescritti con azione antistaminica (suprastin, difenidramina, tavegil), nonché farmaci sedativi (preparati di bromo, valeriana). Inoltre, uno specialista prescrive la ricezione di fondi con un'azione anti-infiammatoria.

Tuttavia, anche dopo il rilascio dall'invasione, tutte le funzioni del sistema epatobiliare non sono completamente ripristinate. Quindi, ci possono essere violazioni nel tratto gastrointestinale, nella microcircolazione e nel funzionamento del sistema immunitario. Pertanto, è molto importante condurre una terapia di riabilitazione di alta qualità. In questo caso, il medico prescrive farmaci specifici e metodi di trattamento, guidati esclusivamente dalla condizione individuale del paziente. Particolare attenzione dovrebbe essere posta sulla terapia riparativa, si dovrebbe anche sottoporsi a un ciclo di trattamento dell'opportachia con farmaci che migliorano le condizioni del sistema biliare, il trattamento con l'uso di procedure fisioterapeutiche. È anche importante aderire a una dieta raccomandata dal medico curante.

Per due mesi dopo che il paziente è stato dimesso dall'ospedale, si raccomanda di fare i tubuli di sorbite una volta alla settimana usando magnesio solfato.

La durata dell'esame di follow-up dopo il trattamento è determinata in base alla gravità del decorso della malattia. Di norma, il periodo di esame clinico è di due o tre anni e il paziente viene esaminato circa una volta ogni sei mesi.

Prevenzione dell'opiscorosi

Per attuare una prevenzione di alta qualità dell'incidenza dell'opportofilia, è necessario un approccio integrato. Innanzitutto, la rilevazione tempestiva delle invasioni e il loro vermifugo con il successivo monitoraggio della condizione è molto importante. Come misura epidemiologica sanitaria, è importante prevenire la contaminazione dei corpi idrici con contaminazione fecale e controllare attentamente la lavorazione del pesce che verrà mangiato.

Le informazioni sulle misure precauzionali dovrebbero essere diffuse tra la popolazione, questo è particolarmente importante nei focolai, in cui vi è un alto livello di infezione con Opisthorchiasis.

Ogni persona deve rispettare tutte le regole di cottura dei piatti di pesce. Quindi, è necessario cuocere il pesce per almeno 20 minuti, friggere in una padella per almeno 15 minuti. Il pesce salato può essere neutralizzato durante il processo di affumicatura a caldo.

Il pesce salato deve essere alla temperatura di +16 - + 20 ° C per due settimane. È necessario utilizzare il sale con un consumo non inferiore al 14% in peso del pesce. Nel pesce in scatola e affumicato a caldo non ci può essere metacercaria praticabile.

Opisthorchiasis - che cos'è? Sintomi, diagnosi e trattamento

Opisthorchiasis è una delle più comuni malattie parassitarie degli esseri umani, che è un problema significativo per le persone in Russia. Nel nostro paese ci sono più di 2 milioni di persone colpite da questa parassitosi.

L'agente eziologico della malattia è un colpo di gatto (Opisthorchis felineus), che è parassita negli esseri umani, cani e gatti nella cistifellea e nei suoi dotti, fegato e pancreas. La fonte di infezione è una persona malata o animale. Con le loro feci, le uova del parassita entrano nei bacini artificiali, dove le lumache vengono inghiottite dall'acqua, attraverso le quali il parassita si moltiplica e si diffonde. Il colpo di fortuna penetra nel pesce, principalmente dalla famiglia delle carpe. Quando un essere umano mangia pesce crudo, scarsamente arrostito o leggermente salato, il parassita è infetto.

I sintomi di Opisthorchiasis

La malattia di solito inizia in modo acuto, con un periodo di incubazione medio di 21 giorni. All'inizio della malattia, quelli infettati si ammalano di debolezza, malessere, temperatura subfebrilare e sudorazione grave. Con una leggera gravità dell'opporthiasis, il suo ulteriore corso può essere lieve, accompagnato da aumenti di temperatura a breve termine. Per l'oftalofismo acuto di moderata gravità, la febbre alta con un aumento graduale della temperatura corporea a 40 ° C è caratteristica e si osservano anche fenomeni catarrali nel tratto respiratorio superiore.

I pazienti con opistorschiasi lieve e moderata gravità dopo 1-2 settimane annotano un miglioramento della condizione, e arriva un periodo di latenza della malattia, che diventa cronico.

Un grave decorso della malattia può manifestarsi sotto forma di tifo, epatocolinangite e varianti gastroenterocolitiche con una lesione primaria del tratto respiratorio superiore (bronchite asmatica, pleurite, polmonite).

Per la variante tifoide del decorso dell'opporthiasis, l'esordio acuto è caratteristico, un forte aumento della temperatura corporea, accompagnato da brividi, linfoadenopatia ed eruzioni cutanee. I pazienti lamentano debolezza pronunciata, dolore ai muscoli e alle articolazioni, mal di testa, indigestione, tosse. La fase acuta dura 2-3 settimane.

La forma epatica colangetica della malattia è caratterizzata da febbre alta, i fenomeni di danno epatico e colangioallecostopati includono: ingrossamento del fegato, ittero, dolore nella parte destra, che a volte imita la colica epatica. Nei casi gravi di questa forma della malattia, è associata una lesione del pancreas (pancreatite), caratterizzata da un dolore circostante nell'ipocondria e da disturbi dispeptici.

La forma gastroenterocolitica dell'opisticchiasi si manifesta sotto forma di gastrite erosiva, enterocolite, comparsa di ulcere gastriche e ulcere duodenali. I pazienti sono preoccupati per il dolore addominale, nausea, vomito, mancanza di appetito, feci alterate. La sindrome da intossicazione può essere lieve.

Fase di opistorchiasi cronica

Man mano che le manifestazioni della fase acuta dell'opportoriacide regrediscono, la condizione del malato migliora, la malattia passa in uno stadio cronico, che molto spesso si manifesta come discinesia biliare, pancreatite cronica e colecistite. Queste malattie possono contribuire all'adesione di un'infezione secondaria e quindi è possibile un grave danno epatico (epatite persistente).
Sono anche possibili danni al sistema digestivo (gastrite cronica erosiva), il sistema cardiovascolare (alterazioni distrofiche nel miocardio) e il sistema nervoso.

Diagnosi di Opisthorchiasis

È difficile diagnosticare l'opistococco nelle sue fasi iniziali, poiché le uova del parassita nella bile e nelle feci possono essere rilevate non prima di un mese dopo l'infezione. Pertanto, la diagnosi si basa sui dati epidemiologici e sul quadro clinico.

Aiuteranno anche il medico a stabilire una diagnosi preliminare dei cambiamenti di opistociasi in esami del sangue clinici e biochimici e metodi sierologici.

Infine, la diagnosi può essere confermata solo 1,5 mesi dopo l'inizio della malattia, quando le uova di felke feline vengono rilevate in materiale biologico.

Trattamento di Opisthorchiasis

È molto importante durante il periodo di trattamento, così come entro sei mesi dopo il suo completamento, il rispetto della dieta delicata del tratto gastrointestinale n. 5. La dieta esclude cibi piccanti, salati, in salamoia, prodotti ricchi. I piatti consigliati sono bolliti, al vapore e cotti al cartoccio.

Lo sverminare comporta diversi passaggi:

Fase I - preparatoria. Include la nomina di farmaci coleretici, antinfiammatori, antispasmodici, antiallergici, nonché epatoprotettori e adsorbenti. La durata della fase preparatoria, a seconda della forma della malattia e della sua gravità, varia da 10 a 20 giorni.

Fase II: vermifugo stesso. In questo periodo vengono prescritti agenti antielmintici. La nomina indipendente di loro è inaccettabile. I preparativi sono presi rigorosamente dai corsi. Non è possibile interrompere il corso del trattamento o modificare autonomamente il regime di questi medicinali.

Fase III: recupero. Dopo il vermifugo, un gran numero di parassiti morti si sono accumulati nella cistifellea e nei suoi dotti, quindi è necessario creare un buon deflusso di bile per la loro eliminazione. La terapia prevede la nomina di farmaci coleretici e epatoprotettori. Per ripristinare la forza del corpo, dopo la malattia trasferita, vengono assegnati complessi vitaminici e integratori biologicamente attivi.

È possibile valutare l'efficacia del trattamento effettuato non prima di 6 mesi dopo il suo completamento, poiché richiede tempo per rimuovere completamente le uova dei parassiti dal corpo e ripristinare il normale funzionamento del sistema digestivo.

Prevenzione dell'opiscorosi

E 'molto importante l'osservanza delle misure preventive per evitare l'infezione da oftalmia, specialmente nei focolai epidemici:

  • prevenzione della contaminazione dei corpi idrici da feci, che possono contenere uova di parassiti;
  • conformità con la tecnica di taglio del pesce (per i pesci è necessario avere un tagliere e un coltello separati), e per le istituzioni coinvolte nell'organizzazione del catering, ci deve essere un tavolo separato in cucina per lavorare con il pesce;
  • rispetto delle regole del trattamento termico e della salatura dei pesci;
  • È inaccettabile provare il pesce o il pesce crudo macinato, nonché nutrire il pesce crudo con gli animali domestici.

Quale dottore contattare

Se sospetti di avere l'opistorschiasi, puoi contattare un terapeuta, un gastroenterologo, ma è meglio rivolgersi a uno specialista in malattie infettive. Un'assistenza nutrizionale aggiuntiva sarà fornita da un nutrizionista.

Opistorchiasi

Opisthorchiasis è una malattia parassitaria abbastanza comune causata da trematodi - influenza Opisthorchis felineus e Opisthorchis viverrini. Entrambe le varietà di passere sono vermifughi, hanno una struttura simile e un effetto patogenetico indistinguibile sul corpo umano.

Opisthorchis felineus, o gatto passera, fu identificato per la prima volta nei dotti biliari di un gatto domestico, che si riflette nel nome del parassita. Opisthorchis viverrini, o flauto civet, è stato trovato nei passaggi epatici dello zibetto asiatico acquatico e della lontra (famiglia Wiverra).

La distribuzione dell'optorchiasi è direttamente correlata ai bacini fluviali ricchi di pesci d'acqua dolce della famiglia delle carpe e dei molluschi della Codiella, poiché i molluschi sono i primi ospiti intermedi nel ciclo di sviluppo delle passere (opistorchis), i secondi ospiti intermedi sono i pesci. I proprietari finali sono umani e quelle specie predatrici la cui dieta include pesce d'acqua dolce.

Opisthorchiasis che si sviluppa dopo l'infezione con Opisthorchis felineus, si trova in Ucraina, Russia e Kazakistan. Infezioni da elminti causate da Opisthorchis viverrini sono caratteristiche del Vietnam, Laos, Thailandia, Cambogia.

Cause e agente eziologico dell'optorchiasi

Vermi, piaghe o opistori sono piccoli elminti piatti (lunghi fino a 2 cm) con un corpo lanceolato, all'estremità superiore della quale vi è una coppia di ventose. Opisthorchiasis può verificarsi negli esseri umani solo quando si mangia pesce che non ha subito una cottura adeguata.

La fonte dell'infezione è una persona che soffre di opistococcosi, producendo più di un milione di uova di parassiti a settimana. Le uova piantate nel terreno non possono rimanere vitali per lungo tempo, muoiono entro una settimana, non possono causare l'ofchirchiasi, mentre nell'ambiente acquatico mantengono le loro capacità invasive per più di un anno. Le feci di una persona infetta catturata in uno stagno attirano molluschi, vengono inghiottite insieme alle uova dei vermi flauti, da quel momento il corpo del mollusco diventa il primo ospite intermedio, in cui in circa due mesi avviene la trasformazione metamorfosa delle uova in cercaria - forme larvali intermedie mobili del parassita.

Se il mollusco stesso ingoia uova di elminto, allora le cercarie cercano attivamente un secondo ospite intermedio: pesci d'acqua dolce, penetrando in essi, si depositano nei tessuti muscolari e nelle fibre. Una reazione infiammatoria si sviluppa intorno alla larva, una capsula particolare creata dai tessuti ospiti si sviluppa gradualmente, mentre la larva stessa si avvolge con una cisti arrotondata. Durante il periodo di sei settimane, le cercarie subiscono un'altra trasformazione metamorfosa e si trasformano in metacercaria - una larva in movimento di poco più di un millimetro con un paio di ventose all'estremità della testa, questa forma di sviluppo di elminti può causare invasione e causare l'opistorsiasi negli esseri umani quando si mangia pesce infetto.

Sotto l'azione dei succhi digestivi, le cisti vengono distrutte, le larve entrano nel lume del tubo digerente e migrano ai dotti biliari, alla colecisti e ai dotti pancreatici, fissati alle pareti con ventose, dove possono vivere per decenni, causando l'opistorismo cronico. Dopo un periodo di maturazione di 12 giorni, le metacercarie diventano individui maturi - si sciolgono e iniziano a secernere le uova, quando cadono nell'acqua, inizierà un nuovo ciclo di sviluppo di opistorchis.

Opistorchiasi è un'infezione endemica che è comune nei bacini fluviali con un'abbondanza di pesci della famiglia delle carpe e anche abitata da un certo tipo di mollusco, nel cui corpo si verifica la prima metamorfosi delle uova dei mangiatori di vermi. Il più delle volte, l'opisthorchosis si trova nei distretti settentrionali della Russia, dove la popolazione pratica ampiamente mangiando pesce fatto in casa congelato, essiccato, affumicato e spesso carne cruda di pesce. Le cisti opistorsche stabili sopravvivono a breve ebollizione, congelamento, in ammollo in soluzioni a basso contenuto di sale, inoltre non li uccide, rispettivamente, mangiando prodotti ittici dopo tale trattamento è estremamente pericoloso in termini di infezione. I ricercatori affermano che in molti territori del nord della Russia l'opistorschiasi si sta diffondendo a tutta la popolazione. Tuttavia, nei residenti di bacini endemici, la malattia si verifica in forme cancellate, cioè c'è un opistorchismo prevalentemente cronico, le cui forme acute si verificano solo nei visitatori o nei locali con un sistema immunitario fortemente indebolito.

Sintomi e segni di Opisthorchiasis

Opisthorchiasis nei suoi sintomi è molto vario, inoltre, la gravità e la gravità delle manifestazioni di questa elmintiasi dipendono dal territorio e dall'etnia della popolazione. Così, negli indigeni del nord, l'opistorschiasi con esordio acuto di un'infezione parassitaria praticamente non si verifica, anche se l'infezione con il felino raggiunge il 100% in punti, mentre nei nuovi arrivati ​​lo stesso patogeno provoca l'opistorsiasi con sintomi ad insorgenza rapida e gravi. Tali differenze nelle manifestazioni dell'infezione sono molto probabilmente dovute alla resistenza non specifica, ma comunque efficace all'antigene dell'agente patogeno che si sviluppa negli abitanti del Nord, a seguito di ripetute infezioni nel corso della loro vita.

In generale, l'oftalchiasi nell'uomo si manifesta con un complesso patogenetico associato a danno al sistema epatobiliare e al pancreas, nonché un'allergia all'antigene parassita.

L'agente eziologico dell'infezione penetra nell'apparato digerente, causando l'opistorschesi, quando si mangia pesce infetto che non ha subito un trattamento termico o di altro tipo. Le larve vengono rilasciate dalle cisti e migrano verso i dotti biliari, la cistifellea, il principale dotto pancreatico. Alla fine della testa del verme-dumper ci sono due ventose, con l'aiuto del quale il parassita è attaccato alla parete del condotto e saldamente fissato lì. I succhiatori tirano dentro la mucosa duttale, spremendola, a seguito della quale l'opistorsiasi è caratterizzata da un danno puramente meccanico all'epitelio del dotto biliare e una reazione infiammatoria al danno, completata dall'effetto tossico dei rifiuti prodotti dalla verme. Di conseguenza, già in una fase precoce, l'opistorschiasi può portare allo sviluppo di colangite (infiammazione dei dotti biliari epatici), colecistite, pancreatite. La reazione infiammatoria nelle pareti dei dotti può essere così grave da provocare la formazione di ascessi epatici, blocco della cistifellea, ittero ostruttivo. Molti casi sono stati descritti quando l'opistorsiasi è stata complicata dall'infiammazione flemma nella cistifellea e nei dotti e si sono sviluppate perforazioni delle pareti di queste strutture, seguite da peritonite biliare e morte. Di regola, in un corso così grave di elmintiasi, anche l'intestino tenue è coinvolto nel processo e si sviluppa la duodenite acuta.

Con sintomi meno gravi, la malattia diventa gradualmente opistorschiasi cronica, che può durare per decenni, accompagnata da processi infiammatori cronici cronici nel sistema epatobiliare, 12 ulcera duodenale e pancreas.

Opisthorchiasis negli esseri umani si manifesta, prima di tutto, da un aumento della temperatura corporea, ma l'ipertermia raggiunge raramente numeri elevati, di solito subfebrile. Lungo la strada si sviluppa la sensibilizzazione del corpo e, a partire dal terzo giorno di manifestazioni cliniche, la componente tossica aumenta. Insieme, questo porta allo sviluppo di debolezza, sudorazione, malessere generale. Opisthorchiasis può inizialmente essere mascherato da enterocolite, il paziente si lamenterà di dolore addominale, dispepsia e una marcata perdita di appetito. E solo dopo qualche tempo, i sintomi del fegato e dei dotti biliari verranno alla ribalta: il dolore sotto l'arco costale giusto, il giallo della pelle, il fegato ingrossato, il sapore amaro in bocca, il giallo sulla lingua.

Opistorsiasi porta a un cambiamento nel quadro del sangue, con diagnosi di laboratorio ha rivelato: leucocitosi, un aumento della bilirubina nel sangue, accelerato ESR, i bambini hanno un alto livello di eosinofili.

Se l'opisthorchosis si verifica con coinvolgimento nel processo del pancreas, quindi dolore all'herpes, nausea, irritabilità, ridotta capacità lavorativa, disturbi del sonno si uniscono alla sintomatologia, il paziente sviluppa intolleranza ai cibi grassi. L'opistorschia cronica influisce negativamente sulla funzione del sistema cardiovascolare a causa dell'effetto tossico sul muscolo cardiaco e sui muscoli delle pareti vascolari, che si manifesta con battito cardiaco accelerato, disagio nel cuore, tachicardia.

L'opistorschiasi a lunga gittata inibisce la funzione enzimatica del tratto digerente, si sviluppa una deficienza nella secrezione di succo gastrico e successiva gastrite, che a volte porta all'ulcera gastrica.

Le manifestazioni allergiche, senza le quali l'opistorchosi non è completa, possono essere insignificanti sotto forma di lieve prurito, ma spesso hanno una natura più pronunciata, quindi il paziente sviluppa un'eruzione petecchiale, tosse allergica, può sviluppare dolore al petto.

L'opistociasi prolungata non trattata può portare all'epatite, che ha una tendenza alla fibrosi del parenchima epatico, alla crescita degli strati del tessuto connettivo interlobulare, che minaccia con un'ulteriore transizione verso la cirrosi epatica. Allo stesso tempo, l'attività della componente infiammatoria è in genere minima, pertanto i cambiamenti nel parenchima epatico vengono spesso diagnosticati solo quando i processi sclerotici sono già irreversibili.

L'effetto mutageno dell'antigene parassita è stato dimostrato - un rilascio a lungo termine di prodotti di scarto tossici di opisthorchis nel corpo umano porta a cambiamenti proliferativi nel rivestimento epiteliale dei dotti biliari e direttamente nelle cellule del fegato - epatociti. Se l'opisthorchosis non viene trattato, nel tempo la proliferazione porta alla displasia delle cellule elencate e può svilupparsi in colangiocarcinoma - una neoplasia maligna con crescita intensiva, soggetta a metastasi. Opisthorchis felineus causato da oftalizia è meno pericoloso in termini di mutazioni e sviluppo del carcinoma, mentre l'antigene vivistinico Opisthorchis è elencato nella categoria IARC del primo (più pericoloso) gruppo cancerogeno.

Opisthorchiasis nei bambini

Opistorchosi nell'infanzia si trova di solito solo in aree endemiche per questa infezione e il più delle volte ha il carattere di una malattia cronica primaria, che è caratterizzata da febbre bassa, dolore al punto della colecisti (ipocondrio destro), poche eruzioni cutanee (essudative o polimorfiche). Per i bambini, lo sviluppo della linfoadenopatia, che è molto raro negli adulti, è più caratteristico. Si osserva un ingrossamento del fegato con un lungo decorso della malattia e l'ostrofia è anche accompagnata da ipoalbuminemia, eosinofilia e può portare all'epatite.

Opisthorchiasis, che si verificano in forma più grave a causa della massiccia invasione, inizia in modo acuto, manifestato da dispepsia, eruzioni cutanee con una tendenza di elementi essudativi di fusione, febbre, sindrome polmonare con focolai polmonari "migratori". In futuro, può unirsi alla bronchite, alla polmonite. Senza trattamento, gli effetti tossici dell'antigene parassita portano a cambiamenti distrofici nel miocardio e a sensibilizzazione pronunciata. L'effetto combinato di tossine e danni meccanici ai dotti biliari causa epatite, ittero ostruttivo ed epatosplenomegalia. I cambiamenti più pronunciati sono determinati e durante l'esame di laboratorio, l'eosinofilia in un bambino può raggiungere il 40%, l'ESR aumenta a 40 mm / ora. Il periodo acuto dura circa due settimane, dopodiché l'opistociasi fluisce dolcemente nella forma cronica.

La sconfitta delle vie biliari ha il carattere di discinesia ipertonica, cioè c'è un tono aumentato delle pareti dei dotti biliari e un aumento del rilascio di bile nel tratto digestivo, che porta a disturbi dispeptici, una reazione infiammatoria dall'intestino tenue superiore.

Tipico per la re-infezione delle aree endemiche porta al fatto che i sintomi sembrano accumularsi, ogni volta aggiungendo nuove manifestazioni o aggravamento dei sintomi esistenti, raggiungendo un massimo di circa 12 anni di età.

In 14-15 anni, l'opisthorchosis spesso entra nella fase di compensazione, acquisendo un corso che è più caratteristico degli adulti. Gli indici di laboratorio ritornano alla norma relativa con il tempo, la discinesia biliare ipertensiva viene sostituita da ipotonica e in seguito ha il carattere di colepatia, i disturbi dispeptici regrediscono.

Opisthorchiasis negli adulti

I sintomi dell'opportofilia negli adulti sono caratterizzati da una significativa variabilità e vari gradi di gravità. L'infezione con un piccolo numero di cisti può non avere alcun effetto sulla salute, dal momento che gli opistorhisis non sono in grado di moltiplicarsi nel tratto digestivo, cioè il numero di elminti rimane invariato o diminuisce a causa della morte dei singoli individui. La reazione infiammatoria attorno ai vermi avrà una piccola natura focale e non porterà a colangite o colecistite, minore erosione nei siti di attaccamento dei vermi guarirà e non si provocheranno restringimenti o infiammazioni nei dotti biliari. Gli antigeni parassitari in piccole quantità sono utilizzati con successo dal corpo senza lo sviluppo di allergie, cioè piccole invasioni sono asintomatiche, il più delle volte la persona non le sospetta nemmeno.

Ma anche un'infezione significativa non significa sintomi violenti, l'opistorsiasi negli adulti è spesso nascosta, le manifestazioni non hanno una pronunciata specificità e sono spesso considerate come una malattia completamente diversa.

Con un tipico esordio acuto, l'oftalchiasi causa febbre, dolori articolari, dolori muscolari: questa è la prima risposta della difesa immunitaria a un antigene parassita. Nella fase di aumento dei sintomi possono essere orticaria, prurito, tosse secca.

Ulteriori manifestazioni dipendono dal grado di danno alle vie biliari e al dotto pancreatico principale. Di solito ci sono dolori nella cistifellea, che possono irradiarsi sotto l'angolo della scapola destra, pesantezza nella parte superiore della cavità addominale. In futuro, seguiranno i segni di fuoriuscita ostruita della bile dal fegato: sapore amaro in bocca, giallo della pelle e sclera itterica. Senza trattamento, l'oftalchiasi può essere complicata dall'epatite cronica e persino dalla cirrosi epatica, in rari casi i processi infiammatori delle vie biliari e della cistifellea possono portare alla perforazione della parete e alla peritonite biliare.

Opisthorchiasis può durare in una persona fino a 25 anni, o anche per tutta la vita, per un lungo periodo di tempo, il rivestimento epiteliale delle vie biliari subisce un significativo effetto meccanico e tossico, che può causare primi cambiamenti proliferativi nelle cellule, quindi processi displastici e trasformazioni mutazionali con lo sviluppo di un tumore maligno - carcinomi.

Ma nella maggior parte dei casi, i sintomi dell'opportofobia negli adulti sono limitati a nausea, dispepsia intermittente, sensibilizzazione moderatamente grave. Di conseguenza, una persona crede di avere una colecistite o una gastrite cronica, quindi, in molti casi, l'opistorsiasi non solo non è trattata, ma non va nemmeno all'esame. Col passare del tempo, la discinesia delle vie biliari aggrava, il deflusso ostruito della bile porta al giallo della pelle, di solito è questo sintomo che induce una persona infetta a consultare uno specialista che diagnostica l'opistorsiasi.

Diagnosi e analisi per l'oftalchiasi

Un medico che sospettava l'opistorschiasi in un paziente non dovrebbe solo condurre un esame approfondito, ma anche raccogliere dati anamnestici in dettaglio. È importante scoprire se vi fosse un'abitazione permanente o temporanea nelle aree endemiche in cui l'opistorsiasi è considerata una elmintiasi comune. Anche il tipo di attività professionale associata alla cattura e al taglio del pesce, alla preparazione o alla degustazione di prodotti ittici è importante, ei pescatori dilettanti sono anche più suscettibili alle infezioni. Un certo ruolo è giocato dalle preferenze alimentari del paziente, vale a dire il frequente consumo di piatti a base di pesce. In combinazione con i sintomi dispeptici e allergici, il dolore caratteristico nell'ipocondrio destro e la dolorabilità nella palpazione nell'epigastrio è un insieme sufficiente di sintomi da sospettare di opistorsiasi e inviare il paziente a un esame di laboratorio per rilevare le uova elmintiche (microscopia duodenale o croscopia) o anticorpi specifici (esame del sangue per l'oftalchiasi).

La rilevazione nelle feci di uova di opisthorchis è il metodo più affidabile per confermare la diagnosi. Si studia uno striscio nativo di masse fecali o uno spesso striscio (metodo Kato), il vantaggio del secondo metodo è la possibilità di studiare una maggiore quantità di materiale, che aumenta l'efficienza dei cuscopi e aiuta a diagnosticare l'opistociasi in un numero maggiore di persone infette. Il metodo Kato viene anche utilizzato per determinare il grado di invasione e viene contato il numero di uova di opistorchis nella quantità di feci indicata con precisione. Secondo la formula di calcolo, i dati vengono convertiti in una forma standard basata su 1 g di masse fecali, i risultati vengono confrontati con la tabella, che ci consente di stabilire un grado di infezione leggero, medio e massivo con opistorchis. Il grado di invasione di solito riflette la gravità con cui si verifica l'opistociasi in un particolare paziente. Le uova di vermi si possono trovare anche nel contenuto duodenale, che si ottiene sondando, tenendo conto del numero di cellule epiteliali, bilirubina e cristalli di colesterolo nella porzione test, una quantità eccessiva di che indica disturbi infiammatori e squilibrio della bile colloidale.

La semplicità dell'esame microscopico lo rende il metodo diagnostico più accessibile per sospetta opistoria, ma le uova dei vermi non si trovano sempre. In questi casi, è ricorso a studi immunologici, che prendono il sangue per l'opistorschiasi. Uno dei metodi è un'analisi immunofluorescente, che consente di rilevare anticorpi specifici contro l'antigene dell'opistorchis nel sangue. L'affidabilità degli studi immunologici è piuttosto alta, ma la cosiddetta cross-diagnosi si verifica quando altre infezioni da elminti danno una reazione positiva all'optorchiasi. Per questo motivo, nonostante la semplicità dello studio, la microscopia di strisci dalle feci del paziente rimane l'unica analisi diagnostica completamente affidabile per l'oftalchicosi.

Un paziente con diagnosi di opistociasi deve anche determinare le condizioni delle vie biliari, della cistifellea, dello sfintere delle vie biliari e della funzionalità del fegato. Il suono duodenale frazionario viene effettuato utilizzando una sostanza cromatica - blu di metilene, che consente di valutare l'attività peristaltica della cistifellea, le sue dimensioni esatte, il tempo di riempimento e svuotamento, lo stato dei dotti biliari, le possibilità cinetiche degli sfinteri di Myritstsi, Oddi, Lyutkens. L'individuazione della discinesia ipertensiva o ipotonica dei dotti biliari e della vescica è un aspetto importante della scelta delle tattiche per la preparazione al vermifugo e alla successiva riabilitazione.

Condurre un esame del sangue per l'oftalchiasi e fare un esame del sangue generale, con più spesso rivelare eosinofilia, aumento della VES, leucocitosi più o meno pronunciata.

Trattamento dell'opianricchiasi negli adulti

Opistorsiasi diagnosticata negli adulti è trattata in tre fasi: preparatoria, terapia antielmintica e riabilitazione.

La preparazione è necessaria per ridurre la risposta immunitaria all'antigene parassita, altrimenti la morte di massa di opistorchis nel tratto biliare può provocare complicanze, fino alla necrosi dello strato epiteliale e persino l'intero spessore delle pareti del condotto. Per prevenire questi processi patologici, vengono utilizzati agenti desensibilizzanti.

È anche richiesto di migliorare il deflusso della bile, perché all'inizio del trattamento, l'opistorsiasi, di regola, è complicata da discinesia ipertonica o ipotonica delle vie biliari. A seconda del tipo di discinesia, vengono utilizzati farmaci coleretici di tipo coleretico o colecetico, e con colestasi pronunciata, Ursofalk, viene prescritto Ursosan. Nel parenchima epatico si verifica la colestasi intracellulare, quindi al paziente vengono prescritti farmaci che migliorano la funzionalità del fegato e degli epatoprotettori.

Opisthorchiasis è accompagnato da intossicazione, per la sua riduzione prescrivono agenti di disintossicazione orale (Enterosgel, carbone attivo), e in caso di grave corso di elmintiasi, vengono utilizzate infusioni parenterali di Reopoliglukin. Nella fase preparatoria, è consigliabile pulire l'intestino e somministrare farmaci di azione procinetica - Motilium, Motilaka, Metoclopramide. Per rimuovere il componente spastico che si verifica nelle vie biliari durante l'infiammazione, sono necessari gli antispastici (Baralgin, No-shpa, Duspatalin).

L'opistorchiasi cronico porta sempre a disturbi enzimatici più o meno pronunciati, per la correzione di cui si usano Mezym-forte, Creon, Penzital. Anche nominato una dieta con un contenuto di grassi minimo, tessuto a fibre grosse.

Dopo la preparazione, che richiede 1-3 settimane, procedere al trattamento antiparassitario.

Il rimedio più efficace per l'oftalchiasi è Baltricid (o il suo analogo Praziquantel), che appartiene ai farmaci antielmintici con una vasta gamma di effetti sui parassiti, tra cui i trematodi, che causano l'opistorsiasi. L'azione di Baltricide si basa su un cambiamento (aumento) della permeabilità delle membrane cellulari, in conseguenza del quale gli ioni di calcio si accumulano nel citoplasma delle fibre muscolari, il che porta a una contrazione sostenuta dei muscoli con lo sviluppo della paralisi. Le ventose, con le quali si conservano le opistorchis sulle pareti del tratto biliare, vengono aperte, i parassiti vengono lavati dal flusso della bile nell'intestino e con il suo contenuto vengono espulsi. Baltricid (Praziquantel) ha un certo effetto tossico sul fegato e sui reni, a causa dell'uso di manifestazioni allergiche e dispeptiche, pertanto, un ciclo di terapia antielmintica deve essere effettuato in ospedale.

La fase di riabilitazione per un paziente che ha avuto l'opistorschiasi implica il ripristino della motilità delle vie biliari e la funzione secretoria del tubo digerente. Le tubazioni di Cholagogue con solfato di magnesio, xilitolo o acqua minerale hanno un buon effetto. Nella fase di recupero, abbiamo bisogno di clisteri o lassativi per la pulizia per l'eliminazione precoce degli opistorhi che sono morti durante il trattamento con l'anelmintico, così come la continua somministrazione di epatoprotettori.

Trattamento di Opisthorchiasis nei bambini

Nella pratica pediatrica, l'oftalchiasi nella fase acuta richiede l'inizio del trattamento con disintossicazione e desensibilizzazione fino a quando la temperatura corporea è normalizzata o almeno ridotta ai numeri subfebrilari. Se si inizia immediatamente a trattare l'opistococco con farmaci antielmintici, ciò porterà ad una sindrome tossica ancora maggiore e ad un rapido aumento delle manifestazioni allergiche.

La componente allergica viene eliminata con l'aiuto di antistaminici Tavegila, Dimedrol, Pipolfen, Peritola con un ciclo di almeno una settimana, in casi complicati viene utilizzato Prednisolone. Effetti tossici di opistor I suoi prodotti sono ridotti dagli enterosorbenti Sorbex, Enterosgel, Smekta.

Opisthorchiasis, complicata da discinesia biliare ipertonica, richiede, nella fase preparatoria, la somministrazione di antispasmodici miotropici, che riducono il tono non solo dei dotti, ma anche degli sfinteri. Si usano Halidor, Atropine sulfate, Platyphyllin. Con la stessa forma di discinesia, è necessaria una terapia sedativa (bromuro di sodio, miscela Pavlova). Per migliorare la produzione di bile, vengono prescritti i coleretici: Hololog, Holenzyme, Allohol, Nikodin. Il coleretico è meglio prelevare dai preparati a base di erbe, ma poiché i bambini usano spesso tè alle erbe a causa della loro amarezza, vengono mostrate anche le tavolette Flamin, Holosas, anch'esse sviluppate su base vegetale naturale, in combinazione con acqua minerale.

In discinesia ipotonica, solfato di magnesio, soluzioni di Xilitolo, sorbitolo sono mostrati ai bambini. Al fine di migliorare la composizione enzimatica usata Abomin e Festal.

Dopo il miglioramento dei principali parametri clinici e di laboratorio, l'opistociasi viene trattata direttamente - iniziano la sverminazione, che viene eseguita con Praziquantel (Biltricid) tenendo conto del peso corporeo del bambino, dividendo il dosaggio in tre dosi in un giorno. Un ciclo di terapia antielmintica deve essere eseguito in un day hospital. Il praziquantel è ben tollerato dai bambini, l'efficacia del trattamento è di circa l'85%, se necessario, si prevede di ripetere il corso antielmintico non prima di sei mesi. Non sono prescritti preparati lassativi per i bambini con diagnosi di oftalociasi, se necessario è necessario prescrivere Motocinio, Motilak, Metoclopramide per rafforzare la motilità del tratto digestivo. In precedenza, veniva utilizzato un altro agente per l'optorchiasi, Chloxyl, ma a causa della tossicità del farmaco nella pratica pediatrica, veniva abbandonato.

I bambini che sono stati trattati con oftalicismi sono osservati fino alla completa scomparsa dei sintomi della discinesia delle vie biliari e l'assenza di uova di opistorchis durante l'esame scatologico. Le attività di riabilitazione includono un corso trimestrale di trattamento dei disordini motori e tonici del sistema epatobiliare durante l'anno dopo la sverminazione.

Prevenzione dell'opiscorosi

Opisthorchiasis negli esseri umani si verifica solo quando infetto da cisti opistorhisov quando si mangia pesce che non ha subito una cottura corretta. Di conseguenza, è possibile proteggersi dall'infezione osservando determinate regole per la selezione e la preparazione di piatti di pesce.

Il più grande pericolo è il pesce della famiglia delle carpe (carpe, orate, alborelle, gorchak, carassi, sabrefish, carpe argentate, ghiottoni, lasche, scardole) catturati nei fiumi di regioni endemiche. Ciò non significa che tale pesce non sia adatto per il cibo, solo il corretto trattamento termico o la salatura è importante, così come il rispetto delle regole di taglio delle carcasse di pesce. Non permettere il contatto con le rigaglie di pesce degli utensili da cucina e delle posate, l'attrezzatura di finitura deve essere accuratamente lavata, i resti di pesce non devono essere somministrati agli animali domestici.

Ogni pesce dovrebbe essere sottoposto a un trattamento termico sufficiente, in modo da friggere il filetto di pesce dovrebbe essere piccolo e non troppo spesso, far bollire per almeno 15 minuti dopo il brodo bollente. Quando si salatura, è necessario ricordare che una grande massa di pesce implica un periodo più lungo di salatura; Nella carcassa del pesce piccolo, le metacercarie (le cisti) muoiono per tre giorni, mentre la trasformazione completa di un chilogrammo di pesce richiede di mantenerlo sotto sale per un massimo di dieci giorni. L'uso precedente di tali pesci può portare a un'invasione, a seguito della quale si svilupperà l'ofophorchia.

Consumo inaccettabile di pesce crudo, degustazione di pesce macinato. Il congelamento inoltre non uccide immediatamente il metacircario, anche una temperatura di 25 ° C porterà alla morte del parassita solo dopo tre giorni.

È impossibile esaminare la forma larvale di opistorhe contenute in una cisti minuscola, non è possibile, non è stata sviluppata alcuna profilassi specifica, quindi una maggiore attenzione alla preparazione di piatti a base di pesce è l'unico modo per prevenire l'oftalchia.

Se ci sono sintomi indicativi di infezione, deve essere eseguito un esame, deve essere dato uno sgabello per rilevare le uova di vermi e sangue per l'oftalchiasi. Va ricordato che un opistorch maturo che secerne le uova si sviluppa dalle cisti per quasi un mese, rispettivamente, il parassita può essere rilevato solo dopo questo periodo.

L'opistorschiasi come infezione comune può essere prevenuta solo con notevoli sforzi per prevenire la contaminazione del fiume con le feci umane, nonché sotto la condizione di condurre un ampio lavoro educativo e promuovere l'igiene tra la popolazione.

Opisthorchiasis - quale medico aiuterà? Se sospettate l'oftalchicosi, dovreste immediatamente chiedere consiglio a medici come uno specialista in malattie infettive, un gastroenterologo.

Articoli Simili Su Parassiti

Mezzi per il trattamento dei vermi negli adulti
Compatibilità Nemozol e alcol
Sospensione "Helmintoks" per bambini: istruzioni per l'uso