Klebsiella: trattamento, intestinale, sintomi, nelle feci e nelle urine negli adulti

Klebsiella è un microrganismo condizionatamente patogeno della famiglia delle Enterobacteriaceae. Il microrganismo è in grado di causare malattie infettive di vario tipo, così come gravi manifestazioni settiche, la gravità delle conseguenze della vita di Klebsiella dipende dallo stato del sistema immunitario in un particolare paziente.

Cos'è Klebsiella

La klebsiella è un bacillo gram-negativo a livello microbiologico (la colorazione di Gram non fornisce una specifica colorazione viola), i microrganismi hanno dimensioni di 1,0 x 6,0 micron. Le aste sono fisse, possono essere posizionate sia da sole che a coppie, inoltre, i klebsiella sono spesso allineati in una catena.

La klebsiella appartiene alla classe degli anaerobi facoltativi, questi organismi hanno la capacità di riprodursi in assenza di ossigeno, ma anche se hanno la loro vitalità, non perdono. Hanno antigeni O e antigeni K, con cui differiscono all'interno del genere.

In condizioni fisiologiche normali, la Klebsiella non è qualcosa di patologico - il microrganismo fa parte della normale flora dell'apparato digerente, così come l'intestino. Ad esempio, il tasso di contenuto batterico nelle feci non dovrebbe essere superiore a 105 cellule microbiche per grammo di feci. Oltre all'intestino, un tale microrganismo in piccole quantità può essere presente sulla pelle, la membrana mucosa del tratto respiratorio. Klebsiella conserva la sua vitalità nel terreno, polvere, acqua, cibo, il microrganismo ha anche la capacità di moltiplicarsi nei prodotti che sono nel frigorifero.

Cause di infezione

La fonte dell'infezione negli adulti e nei bambini è una persona che è già stata infettata dall'infezione da Klebsiella. La bacchetta entra nell'intestino con igiene insufficiente, mani sporche, l'uso di frutta e verdura sporche - tutte queste sono la possibilità di infezione da Klebsiella. I fattori di trasmissione sono il cibo, nella maggior parte dei casi sono latticini e prodotti a base di carne, frutta e verdura.

Se un paziente ha la polmonite, allora può infettare quelli che lo circondano attraverso le goccioline trasportate dall'aria. La suscettibilità alle infezioni è universale, tuttavia, è un gruppo ad alto rischio che include:

  1. Neonati e bambini.
  2. Anziani con immunodeficienza.
  3. Pazienti con malattie come diabete mellito, malattie del sangue, cancro.
  4. Pazienti dopo il trapianto di tessuti e organi.
  5. Pazienti che soffrono di alcolismo cronico.

Nell'intestino umano, Klebsiella produce endotossina, la cui formazione si verifica a seguito della distruzione di un microbo, questa è la causa principale della reazione del tipo tossico-infettivo.

Oltre all'endotossina, il microrganismo produce una enterotossina termostabile e una membranosossina, la prima causa danni alla mucosa intestinale e feci acquose acquose, la seconda ha attività emolitica e colpisce le cellule.

Sintomi di infezione

Dopo l'infezione con un microrganismo infettivo, inizia un periodo di incubazione, la cui durata può essere ritardata di alcune ore o diversi giorni. Alla fine, Klebsiella si fa sentire sintomi abbastanza vividi, che si manifestano a seconda della posizione della lesione.

Se c'è una lesione polmonare (polmonite da Klebsiella), il paziente può presentare sintomi:

  • Sudorazione, brividi, debolezza.
  • Febbre, la temperatura oscilla tra 37,5 e 39 gradi.
  • Tosse secca, che viene sostituita da espettorato purulento con sangue, nonché un odore sgradevole.
  • Grave mancanza di respiro.
  • Indebolimento del respiro dal lato infiammato, trovato durante l'ascolto dei polmoni. Rantoli bagnati e asciutti, il suono della percussione si attenua quando si tocca.
  • Quando i raggi X hanno rivelato una tendenza a fondere focolai di infiltrazione nei lobi dei polmoni.

Se tratti la polmonite da Klebsiella in tempo, le probabilità di guarigione sono piuttosto alte, ma in assenza di un trattamento tempestivo, l'infezione si diffonde e si sviluppa la sepsi.

Se Klebsiella colpisce il tratto respiratorio superiore e la mucosa nasale, si notano i seguenti sintomi:

  1. Lo sviluppo del rinoscleroma - la formazione di granulomi sul guscio del tratto respiratorio superiore e il naso. I microrganismi sono localizzati nei granulomi stessi, questo provoca congestione nasale, abbondante secrezione mucopurulenta con un odore specifico.
  2. Lo sviluppo della malattia cronica del rinofaringe e della trachea, caratterizzato da atrofia della mucosa nasale e delle ossa nasali, secrezioni purulente, odore fetido, croste sulla superficie della mucosa, mal di gola, tosse con muco.

Quali sintomi si trovano con lesioni del tratto gastrointestinale:

  • Manifestazioni di gastrite acuta - dolore all'addome, nausea, riduzione dell'appetito, bruciore di stomaco.
  • Lo sviluppo di enterite acuta o enterocolite con lesioni intestinali.
  • Temperatura corporea di gravità variabile.
  • Sgabelli liquidi, feci possono contenere sangue, muco, tutto questo è accompagnato da un odore fetido.

In presenza di un microrganismo nei sintomi delle urine come quelli osservati:

  1. Irritabilità incontrollabile.
  2. Lo sviluppo della pielonefrite e i batteri nelle urine provocano cistite e prostatite.

Se la Klebsiella è nelle urine, potrebbe esserci dolore durante la minzione, c'è un carattere smussato di dolore nell'addome inferiore. Inoltre, i batteri nelle urine causano la minzione in piccole porzioni.

Complicazioni con Klebsiella

Con gravi manifestazioni di infezione, come la polmonite e la sepsi, spesso si sviluppano gravi complicazioni:

  • Shock infettivo e tossico.
  • Edema polmonare
  • Edema cerebrale
  • Sindrome emorragica.

Dopo aver sofferto di Klebsiella, l'immunità è significativamente indebolita, potrebbe esserci una ricaduta.

diagnostica

Dopo la scoperta dei sintomi di Klebsiella, la diagnosi è necessaria. Oltre a raccogliere l'anamnesi, le misure diagnostiche comprendono test di laboratorio che prevedono il rilevamento di un microrganismo nelle feci, nelle urine, nell'espettorato, nella cavità orale, nella flemma nasale, nel liquido spinale, nella bile. La scelta del materiale per lo studio dipende dalle manifestazioni cliniche della malattia.

  1. Batterioscopia - colorazione di Gram.
  2. Semina materiale su sostanze nutritive.
  3. Metodi sierologici

Ulteriori test possono essere eseguiti per rilevare i batteri nel sangue, nelle urine e ad un paziente può essere assegnato un coprogramma.

Trattamento Klebsiella

Dopo la diagnosi, il medico determina come trattare l'infezione. La tattica del trattamento dipende dalla forma della malattia, dalla gravità della sua manifestazione. Se la Klebsiella è stata colpita dall'intestino e l'infezione è lieve, il trattamento è prescritto ambulatorialmente con l'uso di batteriofagi e probiotici.

Klebsiella bekteriofagami deve essere trattato come segue: il farmaco deve essere assunto prima dei pasti 3 volte al giorno. Singole dosi: per i bambini fino a sei mesi - 5 millilitri, per bambini da 6 mesi a 1 anno - 10 millilitri, per bambini di uno - tre anni - 15 ml, per bambini di tre-sette anni - 20 ml, per bambini da 8 anni e per gli adulti - 30 ml.

La Klebsiella può essere trattata con probiotici come Probifor, Bifidumbacterin, Atsipol, Bifiform, Acilact, Linnex, Beefilong, Primadophilus, Biovestin. Il corso del trattamento dovrebbe durare almeno dieci giorni, il trattamento ottimale richiederà 14-21 giorni. Il medico prescrive il dosaggio individualmente.

Con la sconfitta di Klebsiella altri sistemi, così come gravi manifestazioni di infezione, deve essere trattato in condizioni stazionarie. Per il periodo di febbre, è prescritto il riposo a letto, così come una dieta speciale e un regime di bere abbondante durante l'intossicazione.

Al paziente può essere prescritta una terapia etiotropica utilizzando farmaci antibatterici, usando penicilline semisintetiche, aminoglicosidi, cefalosporine, tetracicline, in alcuni casi si possono prendere fluorochinoloni.

Il trattamento con Klebsiella può essere completato con una terapia patogenetica, il cui effetto è quello di ridurre la sindrome febbrile e l'intossicazione, oltre a prevenire lo sviluppo di possibili complicanze.

Le misure preventive per prevenire lo sviluppo dell'infezione da klebsiella si riducono all'educazione igienica dei bambini, al trattamento tempestivo delle infezioni e delle malattie croniche e al rafforzamento del sistema immunitario. Ti benedica!

Klebsiella nelle feci di un adulto

La microflora intestinale ha milioni di microrganismi. Alcuni hanno un effetto benefico sul corpo, proteggendolo dalle tossine e da malattie pericolose, altri, con un forte aumento della composizione quantitativa possono causare gravi patologie.

Analizzando le secrezioni di una persona, è possibile aggiungere un'immagine completa dello stato di salute. Nel diagnosticare eventuali malattie, il medico, prima di tutto, prescrive esami di laboratorio.

Frequentemente, gli esseri umani hanno batteri Klebsiella nelle feci. Questo bacillo, che è un bastone, coperto da una membrana membrana densa. È lo strato esterno che fornisce al microrganismo stabilità nell'ambiente.

Klebsiella non ha paura delle fluttuazioni di temperatura, acqua e altre sostanze irritanti. Klebsiella è resistente all'ambiente! È importante cucinare verdure e frutta, lavarsi le mani regolarmente, soprattutto a contatto con il terreno.

Normalmente, nel corpo di ogni persona contiene questo tipo di batteri. Ma sotto l'azione di fattori provocatori, il numero di bacilli inizia ad aumentare bruscamente, portando allo sviluppo di malattie pericolose difficili da trattare.

È accertato che i batteri infettano: il tratto digestivo, gli organi respiratori, il sistema urinario. A seconda della posizione di Klebsiella e sviluppare malattie.

Cos'è Klebsiella

Identificare il microrganismo a forma di bastoncello nell'uomo può essere eseguito da una serie di test. Una fonte affidabile è l'analisi delle feci. Quando si rileva Klebsiella nelle feci di un adulto e in presenza di sintomi della malattia causati da questo microrganismo, il trattamento viene prescritto immediatamente.

In condizioni favorevoli, lo sviluppo dei bacilli acquista un carattere fulmineo. Una varietà di Klebsiella ha circa 80 specie.

Un effetto negativo sul corpo umano si verifica con un netto indebolimento del sistema immunitario. Attaccando organi e sistemi, Klebsiella contribuisce allo sviluppo dell'infiammazione.

La cosa più pericolosa è che la progressione delle malattie da Klebsiella può finire più che tristemente - si sviluppa la sepsi. Nella maggior parte dei casi, i pazienti con sepsi non possono essere salvati, il processo infettivo si diffonderà molto rapidamente con il sangue verso organi e tessuti.

Attenzione! Klebsiella contribuisce allo sviluppo della sepsi. Se l'aiuto non viene fornito in tempo, la morte si verifica nell'80% dei casi! Le membrane mucose sono anche colpite da Klebsiella. In questo caso, gli organi della visione sono interessati.

Il batterio è molto resistente a vari tipi di antibiotici, antisettici, alte e basse temperature e radiazioni UV.

Modi di infezione

Riducendo le difese del corpo, Klebsiella va all'attacco. Modi di trasmissione dei batteri: fecale-orale e contatto - domestico. Il bacillo penetra nell'organismo dei bambini o degli adulti se le norme igieniche di base non vengono osservate, ad esempio, attraverso le mani sporche.

Il batterio entra nel tratto gastrointestinale con il cibo che non è stato cucinato correttamente.

Attenzione! I bambini prematuri dovrebbero essere sotto la stretta supervisione dei pediatri! I test Klebsiella devono essere eseguiti regolarmente fino a quando il sistema immunitario del bambino è forte!

La bacchetta penetra nel corpo di un bambino quando introduce cibi complementari o nutre il bambino con una miscela nell'ospedale di maternità.

I bambini deboli e prematuri di Klebsiella sono più suscettibili alla penetrazione.

Non ottenendo il latte materno, l'immunità indebolita non è in grado di combattere l'infezione. Di conseguenza, si sviluppa la sepsi che porta alla morte del paziente. Ecco perché, quando si rileva il batterio della klebsiella nelle feci, vengono prese immediatamente le misure terapeutiche.

Klebsiella Detection

Al primo sospetto della progressione del processo patologico, al paziente vengono prescritti un numero di studi, compresi i metodi diagnostici di laboratorio.
A seconda della localizzazione del bacillo, Klebsiella viene rilevato nelle feci.

Assicurati di indagare sulla presenza di batteri:

Se, durante un'analisi ordinaria, viene rilevato un valore Klebsiella piccolo e tollerato nelle feci, il trattamento non è prescritto.

Attenzione! Se Klebsiella viene trovato in uno dei membri della famiglia, tutti quelli che vivono con il paziente devono essere sottoposti a screening per la presenza di questo tipo di batteri!

Solo quando vengono superati gli indicatori viene indicato un ciclo di terapia, inclusa la somministrazione di batteriofagi e bifidobatteri. Per prescrivere un trattamento razionale, viene condotta un'analisi per identificare la sensibilità agli antibiotici.

Sintomatologia e trattamento per un adulto

Il periodo di incubazione della malattia varia da 2 ore a 2 giorni. Quando Klebsiella in eccesso nelle feci di un adulto, i sintomi aumentano con la forza del lampo. Il paziente viene spesso diagnosticato con avvelenamento acuto, dal momento che i sintomi sono simili in natura.

Spesso i sintomi sono simili a enterite e enterocolite.

Cosa tormenta il paziente nel processo di progressione della malattia? Quando i batteri si moltiplicano, si verificano i seguenti sintomi:

  • Dolori muscolari;
  • Aumento della temperatura;
  • diarrea;
  • Dolore crescente nell'addome, carattere parossistico.

L'urgenza di agire contro la defecazione diventa frequente e può raggiungere 20 volte al giorno, lo sgabello è liquido con un cattivo odore. Nelle feci ci sono impurità di muco e sangue.

Attenzione! Le feci liquide portano alla disidratazione! Prima dell'arrivo di un'ambulanza, è importante ricostituire il bilancio idrico. Per fare questo, in piccole parti del paziente ha innaffiato il liquido con l'aggiunta di sale.

All'esame del paziente, la pelle è itterica, lo stomaco è gonfio, il fegato è ingrossato.

Se i medici notano un eccesso di Klebsiella nelle feci di un adulto, il trattamento viene eseguito in un ospedale.

Con un corso medio o grave, il paziente ha dimostrato di ricevere antibiotici:

  • gentamicina;
  • ceftriaxone;
  • tobramicina;
  • Cefuroxime.

Con un percorso complicato e difficile da trattare, vengono prescritti diversi tipi di farmaci antibatterici con un ampio spettro di azione.

Per riferimento! Nella maggior parte dei casi, la scelta sbagliata degli antibiotici non può distruggere la membrana del bacillo! Per la selezione della terapia razionale, viene condotta un'analisi per identificare la sensibilità dei batteri agli antibiotici.

È importante ripristinare l'equilibrio salino nel corpo, poiché con la diarrea si verifica un'intensa disidratazione. A tal fine, le soluzioni saline vengono somministrate per via endovenosa. Con flusso medio, la reidratazione viene effettuata per via orale.

Obbligatorio per scopi terapeutici prescrivere farmaci che aumentano l'immunità.

Con un trattamento adeguato e, soprattutto, tempestivo, la prognosi è favorevole. È importante prevenire la disidratazione, specialmente nei bambini piccoli.

conclusione

La progressione della Klebsiella nel corpo umano causa conseguenze pericolose che possono portare alla morte del paziente.

Ricorda che anche dopo un trattamento di successo, la malattia può tornare indietro. Questo fatto è associato alla mancanza di produzione di anticorpi da parte del sistema immunitario a questo tipo di batteri.

Al contatto con una persona malata, la reinfezione può verificarsi entro pochi giorni dopo il completo recupero.

Klebsiella nelle feci di un adulto

La klebsiella appartiene al tipo di microrganismi condizionatamente patogeni ed è considerata un elemento di una microflora umana sana. Klebsiella per lungo tempo potrebbe non manifestarsi nel corpo, ma quando esposto a determinati fattori, ad esempio, con un'immunità indebolita, Klebsiella inizia a sopportare il pericolo. L'infezione da Klebsiella viene trasmessa da persona a persona, così come attraverso prodotti contaminati. In caso di infezione, Klebsiella viene diagnosticata nelle feci del paziente. Quindi, dal prossimo articolo imparerai cosa fare se, durante l'analisi, Klebsiella è stato trovato nelle feci di un adulto.

Klebsiella: cos'è?

Klebsiella (Klebsiella) è un microrganismo condizionatamente patogeno appartenente alla famiglia delle Enterobacteriaceae. Il nome ricevuto dal nome dello scienziato tedesco, batteriologo e patologo che lo scoprì - Edwin Klebs.

Microbiologicamente, si tratta di bastoncini Gram-negativi (quando colorati con Gram non hanno un colore viola specifico) di piccole dimensioni (1,0 * 6,0 μm), fissi, disposti in coppie e da soli, nonché catene.

Sono anaerobi facoltativi (capaci di moltiplicarsi in assenza di ossigeno, tuttavia, se presenti, non perdono la loro vitalità). Klebsiella è in grado di formare una capsula, grazie alla quale sono stabili nell'ambiente. Hanno antigeni O (circa 11) e antigeni K (circa 70), che differiscono nel genere.

La Klebsiella è un bacillo Gram-negativo a livello biologico (cioè, la colorazione di Gram non dà un colore viola), la dimensione di questo microrganismo è di 1x6 micron. La forma di Klebsiella assomiglia a una bacchetta, sono assolutamente immobili, possono essere disposti a coppie o da soli, spesso allineandosi in una catena.

Il microrganismo condizionatamente patogeno in esame appartiene alla classe degli anaerobi facoltativi. È noto che questi microrganismi si moltiplicano in assenza di ossigeno, ma anche se c'è la presenza di questo gas, Klebsiella non perde la sua vitalità.

In condizioni fisiologiche normali, la Klebsiella non è qualcosa di patologico, poiché questo microrganismo fa parte della microflora intestinale e dell'intero apparato digerente.

Inoltre, il patogeno condizionalmente preso in considerazione può essere presente nella mucosa delle vie respiratorie e sulla pelle. L'attività vitale di Klebsiella è immagazzinata nel terreno e nell'acqua, nella polvere e nei prodotti alimentari che vengono conservati nel frigorifero.

Fattori di sviluppo di Klebsiella

Klebsiella appartiene alla stessa famiglia dei batteri del genere Serratia e Enterobacter. Questi patogeni, in particolare Serratia, che ha la più alta resistenza ai farmaci, sono responsabili di epidemie di infezioni negli ospedali a causa della contaminazione di numerosi farmaci, soluzioni medicinali utilizzate nel trattamento degli organi respiratori.

Sono difficili, ma possono essere differenziati solo con l'aiuto di campioni speciali. Klebsiella Enterobacter e Serratia, che causano polmonite nosocomiale, infezione del tratto urinario, batteriemia, hanno diversa suscettibilità antimicrobica.

Se la protezione del corpo umano è indebolita per qualche motivo: l'immunità generale viene ridotta, spesso l'influenza, ARVI, uso di antibiotici, uso di prodotti contaminati di bassa qualità, diabete, alcolismo, ecc. diversi organi.

Si sviluppano malattie quali polmonite, malattie infiammatorie delle vie urinarie, meningite, congiuntivite, infezioni intestinali, sepsi e malattie rare come l'ozena (rinite fetale) e il rinoceroma.

Il più delle volte Klebsiella provoca una polmonite e danni intestinali. Negli adulti, la polmonite, causata da Friedlander, è più comune. A causa della particolarità dell'immunità dei neonati e dell'inadeguatezza della microflora normale nella pelle, nelle vie respiratorie e soprattutto nell'intestino - Klebsiella oxytoca - Klebsiella - spesso provoca danni al tratto gastrointestinale - l'intestino crasso.

Cause di infezione da Klebsiella

La fonte dell'infezione è una persona con infezione da Klebsiella e un portatore di Klebsiella. Klebsiella entra nell'intestino con scarsa igiene personale - con mani sporche, frutta e verdura e così via.

La suscettibilità alle infezioni è universale, ma il gruppo di rischio per l'insorgenza di questa infezione è: neonati e bambini a causa di un sistema immunitario imperfetto; persone anziane con immunodeficienza legata all'età; persone con immunodeficienza acquisita (malattie croniche, diabete mellito, oncologia, malattie del sangue, pazienti dopo trapianto di organi e tessuti); persone che soffrono di alcolismo cronico.

Nell'uomo, la Klebsiella forma l'endotossina (Klebsiella capsula lipopolisaccaride), che si forma quando il microbo viene distrutto ed è la causa della reazione tossico-infettiva (febbre, intossicazione); enterotossina termostabile, che provoca danni all'epitelio intestinale e versamento di liquido nel suo lume (feci acquose liquide); membranotossina che attacca le cellule e ha attività emolitica.

Diagnosi di infezione da Klebsiella

La diagnosi preliminare è sempre clinica. Non ci sono sintomi specifici caratteristici di questa particolare infezione, pertanto una diagnosi preliminare viene fatta senza l'interpretazione eziologica.

La diagnosi finale è dopo un esame di laboratorio. Il materiale per la ricerca sono le feci, l'espettorato, il muco del nasofaringe, la cavità orale, il liquido cerebrospinale, l'urina, la bile, gli infiltrati e le croste nasali, il materiale in sezione. La scelta del materiale dipende dalla forma clinica dell'infezione.

Metodi per lo studio dell'infezione da Klebsiella:

  • batterioscopia (strisci macchiati secondo Gram): la microscopia rivela spesse aste gram-negative disposte una alla volta, in coppie o catene;
  • metodo batteriologico (master): semina materiale sui terreni nutritivi (terreno selettivo K-2, medio Endo e Ploskirev e altri) con successiva analisi delle colonie in crescita di microrganismi. Dopo 24 ore, la crescita delle colonie giallo-verdastre e blu è visibile con una lucentezza metallica;
  • metodi sierologici (usati raramente): reazione di agglutinazione (RA) e emoagglutinazione indiretta (PHA) con il siero del sangue del paziente. Titolo diagnostico 1: 160 e oltre. Raccomandiamo lo studio di sieri accoppiati prelevati dopo 2 settimane con un aumento di 4 volte del titolo anticorpale;
  • ulteriori metodi diagnostici: analisi del sangue, urina, coprogramma, metodi diagnostici strumentali.

Klebsiella pneumoniae nei batteri sistematici

Vista Klebsiella pneumoniae incluso nel genere Klebsiella (lat. Klebsiella), la famiglia Enterobacteriaceae (lat. Enterobacteriaceae), l'ordine degli enterobatteri (lat. Enterobacteriales), classe di gamma-proteobatteri (lat. Proteobatteri y), il tipo di proteobatteri (lat. Proteobacteria), il batterio Unito.

Il nome obsoleto Klebsiella pneumoniae è la bacchetta di Friedlander. Karl Friedländer (tedesco Carl Friedländer, 1847-1887) era un microbiologo tedesco che isolò la pura cultura di Klebsiella pneumoniae nel 1882.

Secondo i risultati dell'ultima revisione della sistematica di Klebsiella, la specie Klebsiella pneumoniae come sottospecie comprende due specie precedentemente separate: Klebsiella pneumoniae subsp. ozaenae (precedentemente una specie separata di Klebsiella ozaenae) Klebsiella pneumoniae subsp. rhinoscleromatis (ex Klebsiella ozaenae), così come la sottospecie Klebsiella pneumoniae subsp. pneumoniae.

Inizialmente, Klebsiella pneumoniae è stata identificata come un microrganismo che causa la polmonite (da qui il suo nome). Tuttavia, il suo ruolo non è limitato solo alle infezioni del sistema respiratorio.

In generale, Klebsiella pneumoniae è classificata come microbo condizionatamente patogeno, che si trova in una situazione normale e in alcuni organi in una relazione simbiotica con il corpo umano, e in altre situazioni è la causa di malattie infettive.

Klebsiella pneumoniae (bacchetta di Friedlander) nelle feci

Nel mondo moderno, vi è un aumento delle malattie infettive causate da vari microrganismi opportunistici, in particolare, i batteri del genere Klebsiella (latino Klebsiella).

È un microrganismo a forma di bastoncello della famiglia delle enterobatteri. Nel genere Klebsiella ci sono quattro tipi. La più comune bacchetta di Friedlander, che causa l'infiammazione dei polmoni, e Klebsiella oxytoca, che colpisce il tratto gastrointestinale, è l'intestino crasso.

Klebsiella vive nel corpo di persone perfettamente sane, essendo uno degli elementi della normale flora intestinale. Normalmente, la klebsiella può essere presente sulla pelle, sulla mucosa delle vie respiratorie dell'uomo e degli animali.

Particolarmente comuni malattie causate da Klebsiella, nei bambini. Ciò è dovuto alla particolarità del sistema immunitario dei bambini e all'insufficienza alla nascita di normali microrganismi nell'intestino, nel tratto respiratorio e nella pelle.

Quando Klebsiella è nel corpo, ha una forma simile a una canna, ma, una volta nell'ambiente, inizia a cambiare - è arrotondato e coperto da un guscio speciale - una capsula! Grazie a questo adattamento, Klebsiella è molto resistente ai fattori ambientali e alle alte temperature.

I sintomi della Klebsiella nei bambini sono simili ai sintomi della disbiosi. Pertanto, in caso di qualsiasi disturbo nelle feci, è necessario passare le feci del bambino per l'analisi al fine di identificare con precisione quali batteri hanno causato il cambiamento nelle condizioni del bambino.

A grudnichka Klebsiella può causare sintomi di una malattia infettiva, che scorre sotto forma di luce, e può, a seconda della forza di immunità, portare a flusso pesante: con l'aumentare della temperatura, brividi, febbre, dolori addominali, diarrea e forte disidratazione.

Sintomi e segni di infezioni causate da Klebsiella, in particolare infezioni del sistema urogenitale, vie biliari e altri organi del tratto gastrointestinale, sono simili ai sintomi di infezioni causate da E. coli.

Inoltre, sotto l'azione di Klebsiella possono sviluppare gravi malattie come la polmonite, malattie infiammatorie del tratto urinario, meningite, congiuntivite, o malattie più rare - ozena (fetido rinite) rinoskleroma.

I klebsiella sono parenti dei batteri del genere Serratia e del genere Enterobacter e sono difficili, ma possono essere differenziati solo con campioni speciali. Ed è necessario farlo, perché Klebsiella, Serratia e Enterobacter hanno una diversa sensibilità antimicrobica.

Se compaiono questi sintomi, dovresti consultare un medico e devi anche dare le feci del tuo bambino per la ricerca. Se Klebsiella è stata identificata nell'analisi, ma la malattia del bambino è lieve, allora il trattamento viene effettuato con probiotici e con i simbiotici, il Normoflorina. L'allattamento al seno svolge un ruolo importante nel ripristino dell'immunità e della normale microflora nel bambino.

Il trattamento completo delle malattie causate da Klebsiella dipende dalla localizzazione e dalla gravità del processo patologico. Gli antibiotici sono prescritti nei casi gravi di sensibilità, con un decorso lieve o rilevato nell'analisi non viene utilizzato.

Con un'alta contaminazione con Klebsiella e una forma grave della malattia, viene prescritta una terapia complessa con antibiotici. In alcuni casi, si scopre che il bambino ha un alto contenuto di Klebsiella nelle feci, ma allo stesso tempo si sente normale. Quindi preparazioni con lacto e bifidobatteri - i biocomplessi dei Normoflorin sono prescritti per spostare l'eccesso di Klebsiella, migliorare l'immunità e migliorare la propria microflora benefica.

È necessario utilizzare farmaci nel trattamento che ripristini la microflora intestinale, perché solo nel corpo con normale flora batterica sana microflora non può attivare e sviluppare! Di norma, si raccomanda di iniziare la terapia antimicrobica anche prima di ottenere i risultati della semina e la determinazione della suscettibilità ai farmaci con antibiotici.

In questo caso, i probiotici sono insostituibili - biocomplexes Normoflorin contenente prodotti di scarto di lattobacilli vivi e bifidobatteri con azione antinfiammatoria antisettico attivo ha un effetto curativo su klebsiellosis che hanno dimostrato molti anni di pratica e di ricerca, che ha mostrato la massima efficienza Normoflorin (A e B) rispetto con altri bifidobatteri e preparati lattici.

Klebsiella - infezione intestinale

Klebsiella (principalmente Klebsiella pneumoniae, ma anche Klebsiella oxytoca, Klebsiella aerogenes e altri) sono rappresentativi della normale microflora umana. Allo stesso tempo, Klebsiella può causare una serie di malattie gastroenterologiche.

Klebsiella può causare gastrite acuta - infiammazione acuta della mucosa gastrica, che si verifica a causa dell'influenza di un fattore infettivo direttamente sulla mucosa gastrica. Questo di solito è associato all'uso di alimenti di scarsa qualità, stoccaggio improprio di miscele e prodotti, mancato rispetto delle norme igieniche.

nachitalas Klebsiella possono sviluppare rapidamente, causando un processo patologico nel tratto gastrointestinale, in particolare dopo il trattamento con preparazioni antibatteriche, che effetto collaterale è la soppressione dei principali rappresentanti della normale microflora del tratto gastrointestinale (bifidobatteri e altri), inibendo la crescita eccessiva di Klebsiella.

Nella maggior parte dei pazienti, la klebsibellosi si manifesta sotto forma di infezione intestinale ed è caratterizzata da esordio acuto, nausea, vomito, dolore addominale, diarrea, febbre e debolezza generale. La durata della malattia è di 1-5 giorni. Le fonti dell'agente causale dell'infezione sono la persona malata e il portatore del batterio.

Le rotte di trasmissione più frequenti sono il cibo, l'aereo e l'utilità di contatto. La trasmissione avviene anche attraverso alimenti contaminati, specialmente attraverso carne e latticini. Klebsielle è una delle più comuni infezioni nosocomiali.

Analisi delle feci per Klebsiella

Il numero di Klebsiella nelle feci viene calcolato analizzando la dysbacteriosis. Questo di solito è un tipo di polmonite Klebsiella. Norma - non più di 10 5 Klebsiella per 1 g di feci. La presenza di Klebsiella nell'intestino non richiede sempre una terapia antimicrobica.

Secondo il servizio di laboratorio Helix, i valori di riferimento del contenuto di Klebsiella nelle feci durante l'esame microbiologico delle feci, sia per i pazienti fino a un anno sia per i pazienti di età superiore ad un anno, sono: Klebsiella pneumonia- meno di 10 4; Klebsiella oxytoca - meno di 10 4; Klebsiella aerogenes - meno di 10 4.

Quando il trattamento di Klebsiella nelle feci in un adulto non è necessario

I cambiamenti nella normale composizione della microflora intestinale possono causare significativi disturbi digestivi e spesso richiedono un trattamento. Allo stesso tempo, la flora intestinale ha un grande potenziale rigenerativo e in alcune situazioni è in grado di ripristinare il suo stato normale senza alcun trattamento.

Pertanto, quando vengono rilevate anomalie nella composizione batteriologica delle feci di un adulto o di un bambino, non è sempre necessario effettuare il trattamento. L'argomento principale a favore del rifiuto del trattamento della dysbacteriosis è l'assenza di qualsiasi sintomo di dysbacteriosis.

Il trattamento della disbiosi non è necessario nelle seguenti situazioni:

  • un aumento del numero di E. coli con attività enzimatica normale superiore a 3-4 x 10 6 / g;
  • diminuzione del numero di E. coli a 10 6 / g nei bambini di età inferiore ad un anno e fino a 2 x 10 6 milioni / g nei bambini più grandi e negli adulti;
  • aumento del numero di enterococchi superiore al 25%;
  • presenza di stafilococco epidermico o saprofitico, streptococchi fino al 25%;
  • hemolyzing la presenza di E. coli, Proteus, Klebsiella, enterobatteri lattosio-negativi, Staphylococcus aureus in una quantità non superiore al 10% (10 3);
  • la presenza di funghi Candida nella quantità di 10 4;
  • qualsiasi aumento del numero di bifidobatteri e lattobacilli o una diminuzione del numero di bifidobatteri e lattobacilli a 10 6.

Caratteristiche di infezione da Klebsiella in donne in gravidanza

In gravidanza, il medico del paziente dovrebbe essere particolarmente attento alla diagnosi tempestiva e il trattamento precoce della malattia, come Klebsiella può causare una serie di complicazioni gravi sia per la madre e per il bambino non ancora nato.

Durante la gravidanza, i batteriofagi sono i farmaci di scelta, in quanto non hanno effetti collaterali come gli antibiotici. Il trattamento con altri farmaci è prescritto da uno specialista qualificato, basato sui minimi effetti negativi dei farmaci sul feto.

La gravidanza precoce con l'infezione suggerisce un aborto per evitare la mutazione del feto sotto l'azione di tossine o antibiotici. I periodi tardivi di gravidanza con infezione da klebsiella suggeriscono un trattamento che può aiutare madre e bambino, che potrebbero essere infettati in utero.

L'infezione da klebsiella durante la gravidanza può causare parto prematuro, aborto spontaneo. In caso di frequenti e frequenti interruzioni della gravidanza, è necessario condurre un'analisi per identificare la klebsiella.

Klebsiella e Staphylococcus aureus

Informazioni generali

Fino a quando non furono inventati gli antibiotici, la principale causa di morte nei bambini al di sotto dei tre anni era le infezioni intestinali. Prima dell'era di tali antibiotici bambini che hanno ricevuto l'alimentazione artificiale, è morto molto spesso, anche se la pratica di metodi antisettici in una lavastoviglie, latte bollente, e altri. La ragione di questo fenomeno è stata la discrepanza del sistema immunitario dei neonati e l'ambiente in cui si trovava dopo la nascita. Immunoglobuline e anticorpi non entrarono nel corpo del bambino, che non fu allattato al seno. Pertanto, i patogeni hanno un effetto diretto sul corpo, che ha portato alla morte dei bambini.

La situazione è cambiata significativamente per il meglio con l'avvento degli antibiotici. Tuttavia, ancora oggi, quando la medicina offre un arsenale di vari mezzi per combattere le infezioni come apparentemente batteri "innocui" come lo Staphylococcus aureus e Klebsiella (enterococchi), che sono visibili solo al microscopio, sopravvivono anche nelle condizioni ambientali più avverse. Per diversi decenni, poiché le persone hanno iniziato a praticare un trattamento antibiotico attivo, questi microrganismi si sono attivamente mutati. E oggi sono spesso "residenti" dei reparti di maternità e pediatria degli ospedali.

Attualmente, gli stafilococchi secernono enzimi precedentemente innaturali, che scompongono i principali antibiotici. Inoltre, se il laboratorio Staphylococcus vengono uccisi mediante applicazione di alcuni antibiotici (penicilline, cefalosporine, macrolidi), in pratica questi farmaci designati dal bambino, sono inefficaci. Gli scienziati hanno scoperto che nell'intestino questi microrganismi creano film vicini alla parete sotto forma di una comunità a più livelli. Dopo l'antibiotico nell'intestino sotto l'azione dei suoi stampi solo lo strato inferiore o superiore della comunità, i restanti microbi continuano a moltiplicarsi nel corpo. Pertanto, Staphylococcus aureus (Staphylococcus aureus) in questo momento - è l'infezione hard-ospedale, la lotta contro il che è un problema molto importante della medicina moderna.

Come garantire la prevenzione delle infezioni da stafilococco?

Di norma, i bambini sani nei quali il sistema immunitario funziona normalmente non hanno bisogno di un'eccessiva sterilità, poiché impediscono il rafforzamento del sistema immunitario. Ma in questo caso stiamo parlando di quei bambini che sono suscettibili all'infezione da stafilococco e Klebsiella. Ad oggi, non c'è motivo di dire che è possibile liberare completamente il corpo di stafilococco. Dopotutto, è molto difficile affrontarlo: è in grado di resistere all'essiccamento, al congelamento, all'evaporazione, alle radiazioni ultraviolette, al trattamento con antisettici. Per distruggere lo stafilococco è necessario far bollire l'oggetto su cui si trova, fino a 60 minuti. Inoltre, è molto facile reinfettare questo microbo.

Se il bambino è già stato diagnosticato con enterocolite stafilococcica, allora questo batterio rimarrà probabilmente nel suo corpo per il resto della sua vita. Nel processo di crescita, si verifica solo un cambiamento nel luogo di colonizzazione del microbo e della sua concentrazione. Nei neonati, di norma, colpisce il tratto gastrointestinale e la pelle. Nei bambini più grandi, i microbi vivono nel naso, sulle tonsille, nei seni paranasali. Di conseguenza, i bambini spesso hanno sinusite, mal di gola, moccio purulento, che sono difficili da curare. Di conseguenza, si sviluppa una tonsillite cronica. Allo stesso tempo, la probabilità di infezione con altri ceppi di stafilococco, la recidiva di malattie dello stomaco e dell'intestino rimane elevata.

Pertanto, è molto importante che nel luogo in cui vive il bambino, venga effettuata la prevenzione primaria dello Staphylococcus aureus. Per questo scopo è importante:

  • ventilare regolarmente la stanza;
  • rimuovere tempestivamente la polvere;
  • lavare periodicamente la superficie con normale sapone da bucato.

Puoi saperne di più consultando i video pertinenti.

Rimani nel reparto maternità

Prima che una donna vada al reparto maternità, è meglio assicurarsi che rimanga in un reparto separato. Le donne che hanno dato alla luce un bambino sano e si sentono bene non dovrebbero essere in ospedale per molto tempo. In questo caso, è meglio prendersi cura della dimissione precoce dall'ospedale.

Gestione di articoli per il cibo

È importante garantire una corretta gestione degli articoli usati per l'alimentazione dei bambini. Biberon e tettarelle per bambini hanno bisogno di lavare e di processo con sterilizzatori e solo dopo che a praticare il cibo con il loro uso. È importante non dimenticare la corretta gestione del ciuccio. La durata di tale manipolazione dipende dalle caratteristiche di alimentazione carrozzina immunità o la presenza di sintomi di infezione da stafilococco. Così, il ragazzo che rimane sulla nutrizione artificiale e ha subito nei primi sei mesi di vita, un'infezione da stafilococco, richiede più attenzione di un bambino sano che alimentano il latte materno.

Contatti del bambino con adulti

La maggior parte degli adulti hanno l'infezione cronica di stafilococchi - in orofaringe, naso, ecc Pertanto, nel primo mese è necessario eliminare il contatto bambino con gli adulti, o di ridurli al minimo.. E 'importante spiegare agli adulti, e che in seguito, almeno fino al momento fino a quando il bambino è un anno di età, si dovrebbe baciare solo le gambe per evitare l'infezione.

Molte madri cercano di fornire massaggi per i bambini piccoli. Ma portare i bambini in clinica, dove c'è un alto rischio di infezione, è indesiderabile. Lo stesso vale per esami professionali troppo frequenti senza prove, così come l'introduzione di un bambino fino a un anno in gruppi di bambini. Ogni madre deve valutare attentamente i rischi esistenti e i benefici attesi, adottando una delle azioni sopra descritte.

Klebsiella - che cos'è?

batteri Klebsiella oxytoca (Klebsiella oxytoca) e Klebsiella pneumoniae (Klebciella polmonite) sono i più frequenti agenti causali di stomaco e disturbi intestinali nei bambini. È importante che i genitori sappiano cosa minaccia Klebsiella, che cos'è. L'infezione da Klebsiella è un enterococco rappresentativo. In piccole quantità, è presente in un corpo sano, pertanto è considerato un microbo condizionatamente patogeno. Cioè, Klebsiella nell'intestino causa infiammazione se è presente in grandi quantità. C'è anche un altro ceppo che infetta i bambini - Klebciella ozaenae, che vive nel naso. In questo caso, i sintomi di Klebsiella sono una corizza fetida, con il rilascio di moccio verde. Ma tali sintomi compaiono più spesso in un corpo indebolito.

Klebsiella è meno invasiva di Staphylococcus aureus, Klebsiella in modo nei bambini provoca danni intestinali, a condizione che il corpo si indebolisce, e il bambino dice gozzo, lacto depressione e bifidobatteri. Famosi pediatri scrivono su questo in modo più dettagliato, in particolare, Dr. Komarovsky e altri.

Nella maggior parte dei casi, Klebsiella esiste in associazione con stafilococco, si riproduce attivamente sul terreno che è stato preparato da questo microrganismo.

Molto spesso le infezioni da Klebsiella vengono acquisite in ospedale, quindi i bambini li infettano negli ospedali. Fonti di infezione: gli ammalati o coloro che sono portatori dell'infezione. Spesso Klebsiella entra nel corpo attraverso oggetti quotidiani, attraverso le mani sporche di adulti che si prendono cura dei bambini. A volte i bambini vengono infettati tramite giocattoli comuni.

La Klebsiella nelle feci viene determinata durante l'analisi della dysbacteriosis. Di regola, la klebsiella pneumoniae viene rilevata nelle feci del bambino. Nel normale Klebsiella nelle feci di un bambino non è più di 105 Klebsiella per 1 g di feci.

Il trattamento con Klebsiella viene effettuato attraverso l'uso di antibiotici, sebbene il medico tenga in considerazione, quando prescrive il trattamento per la klebsiella spp, che molti ceppi di Klebsiella siano resistenti ad un numero di antibiotici. Anche farmaci usati contenenti batteriofagi.

Segni di lesioni stafilococciche del tubo digerente nei bambini

Se il corpo del bambino colpisce Staphylococcus aureus, i sintomi di Staphylococcus aureus si verificano nei bambini abbastanza rapidamente. Inoltre, se lo stafilococco aureo "si è stabilizzato" nel corpo, i sintomi negli adulti dipendono da quale particolare organo è stato colpito.

Già quasi dal momento dell'infezione, questo microrganismo colpisce il corpo, quindi i sintomi di Staphylococcus aureus nei bambini manifestano, soprattutto, dolore e disagio nell'addome. Se il bambino è infetto nell'ospedale di maternità, i sintomi dell'infezione da stafilococco nei neonati iniziano ad apparire entro tre-cinque giorni dopo la nascita.

Una frequenza di sgabello alta può essere osservata anche nei bambini sani allattati al seno. Pertanto, i sintomi principali dello stafilococco sono i seguenti:

  • eruzione cutanea sulla pelle, sul viso del bambino;
  • il terreno di scarico purulento negli occhi;
  • fontana di rigurgito, che si verificano frequentemente;
  • ombelico, pianto a lungo;
  • la comparsa di muco e sangue nelle feci;
  • sgabelli abbondanti, schiumanti e frequenti.

I sintomi di Staphylococcus aureus nell'intestino dei neonati dopo un mese possono apparire come un tipo di gastroenterocolosi o come un tipo di toxicoinfection.

Infezione di monete tossiche

Le manifestazioni di toxicoinfezione sono dovute al fatto che in quei prodotti che sono infettati da stafilococco, i batteri producono enterotossina. Dopo che tali alimenti sono stati identificati nel cibo, si nota una serie di sintomi:

  • sensazione di letargia, pallore;
  • mal di testa;
  • nausea grave, vomito frequente;
  • temperatura fino a 39 gradi.

Le cause di avvelenamento sono più spesso associate al consumo di una varietà di prodotti caseari: yogurt, latte, kefir, fiocchi di latte, ecc. Esiste il rischio di avvelenamento e prodotti provenienti da magazzini che sono stati immagazzinati e trasportati nelle condizioni sbagliate. È importante fornire il trattamento termico del latte, della ricotta (bambini fino a 3 anni). Va notato che un tale fenomeno in un neonato provoca una serie di gravi complicazioni: il bambino rifiuta di mangiare, c'è disidratazione e disturbi elettrolitici.

La conseguenza di ciò può essere uno stato soporifero, quando, dopo aver vomitato, il bambino diventa pallido, si addormenta, dopo di che è molto difficile svegliarlo. Questi segni sono un'occasione per causare urgentemente assistenza di emergenza.

gastroenterocolite

Foto di Staphylococcus aureus

Poiché nello stomaco del bambino si nota un'acidità quasi zero, l'aggressività dello stafilococco porta allo scioglimento delle pareti cellulari dei leucociti, dell'epitelio intestinale e dei globuli rossi da parte di enzimi, exo- e endotossine secrete dallo stafilococco. Di conseguenza, i bambini sviluppano la gastroenterocolosi. Lo stomaco e l'intestino (intestino tenue e crasso) sono coinvolti in questo processo.

gastrite

Se lo Staphylococcus aureus in un bambino ha portato allo sviluppo della gastrite, il bambino rifiuta di mangiare, ha vomito. Per distinguere i sintomi nei bambini con gastrite da rigurgito fisiologico, si deve tenere presente che si ritiene che vomiti tutti i volumi di più di tre cucchiai. Prima di determinare Staphylococcus aureus nelle feci di un bambino, è importante considerare che lo sputo che si verifica in un bambino più spesso è considerato patologico dopo tre poppate al giorno. In questo caso, è necessaria l'analisi e il trattamento dell'infezione nei bambini. In caso di gastrite, il bambino diventa pigro, ha sonnolenza, ha disidratazione, respiro molto rumoroso e la minzione diminuisce. Il bambino indebolisce gradualmente il riflesso di suzione, urla con voce rauca. C'è una recessione di bulbi oculari e labbra secche. I genitori possono notare che la parete addominale anteriore diventa pigra, la piega sulla pelle peggiora dopo la presa. Tali segni indicano grave disidratazione e sono la ragione per il ricovero in ospedale. Dopo tutto, se il bambino rifiuta di succhiare, è molto difficile affrontare la disidratazione.

enterocolite

Se lo Staphylococcus aureus nei neonati colpisce l'intestino tenue e crasso, si nota lo sviluppo di enterocolite. Nello stato normale nell'intestino del bambino non dovrebbe essere Staphylococcus aureus. Se nell'intestino c'è un indicatore stafilococco che supera i 10 gradi su 2 (ad esempio 10 gradi su 4), si notano i segni clinici della malattia.

Quando i sintomi enterocolitici di stafilococco nei bambini manifestano feci liquide e frequenti, in cui vi è schiuma e talvolta - impurità di muco, sangue. Se lo Staphylococcus aureus viene notato nelle feci dei neonati, cambia anche la norma del colore: le feci hanno un colore giallo chiaro e diventano verdi nell'aria. Grumi di latte cagliato sono spesso osservati nelle feci. Se il trattamento della malattia non è stato intrapreso in modo tempestivo dal bambino, lo scarico perde il suo carattere fecale e le feci appaiono sotto forma di acqua giallo-verde. Anche i segni di stafilococco nei bambini si manifestano per il dolore lungo l'intestino. Di conseguenza, il bambino stringe le gambe allo stomaco, urla forte e per molto tempo, esprime ansia. C'è anche flatulenza, gonfiore, gorgoglio nella pancia. La disidratazione si sviluppa gradualmente, il bambino diventa pigro, pallido, affonda gli occhi, si perde l'elasticità della pelle, si nota la secchezza delle mucose. A proposito di come si manifesta la malattia, è necessario informare il medico che ospedalizza il bambino in dettaglio.

Per non perdere il momento in cui è necessario ricoverare urgentemente un bambino, è necessario conoscere chiaramente tutti i segni di tale stato - che cos'è e come si manifesta.

È necessario tener conto del fatto che il bambino, che è allattato al seno, normalmente è spesso cacao. Pertanto, è necessario concentrarsi non su quante volte un bambino diventa "grande", ma su quanto la sedia è più spesso di quanto non accada di solito.

I genitori artificiali dovrebbero essere preoccupati se il bambino fa la cacca più di due volte al giorno, se il muco o il sangue appaiono nelle feci. In questo caso, può essere diagnosticata la dysbacteriosis. Ma se ci sono un certo numero di segni clinici e l'analisi mostra alti titoli di stafilococco (fino a 10 - 5 gradi), il medico può determinare l'enterocolite stafilococcica ed eseguire il trattamento di Staphylococcus aureus. Dopo tutto, se un bambino ha Staphylococcus aureus, il trattamento deve essere tempestivo e corretto. La mancanza della terapia antimicrobica necessaria nei bambini minaccia con gravi conseguenze, fino alla manifestazione di grave disidratazione, shock tossico, sepsi con insufficienza multiorgano. Queste condizioni sono pericolose per la vita, quindi il medico prescrive cosa trattare Staphylococcus aureus immediatamente dopo la diagnosi. Gli antibiotici, i batteriofagi di Staphylococcus aureus sono prescritti.

Trasporto di stafilococco nel tratto digestivo

Il più spesso, questa condizione in un bambino si sviluppa dopo un'infezione toksikoinny sia di un gastroenterocolite sia su uno sfondo di dysbacteriosis pigro. Nei neonati diminuisce l'appetito, gonfiore, rigurgito, colica. Se in seguito, non si osserva una proliferazione attiva degli stafilococchi e, di conseguenza, lo sviluppo di enterocolite acuta, quindi nei bambini dopo 2-3 anni c'è una cosiddetta "crescita eccessiva" di stafilococchi. L'immunità si forma ei bambini vivono con questo microrganismo in una simbiosi relativamente normale.

Esistono molti schemi per trattare lo Staphylococcus aureus negli adulti e nei bambini, ma è molto importante che il medico faccia un appuntamento individualmente (terapia antibatterica, batteriofagi e altri farmaci).

Molte persone sono interessate a: staphylococcus d'argento - che cos'è? Staphylococcus argenteo - un nuovo ceppo, recentemente identificato. Tuttavia, nella medicina moderna non ci sono informazioni diffuse su questo tipo di microbo.

Come determinare la sconfitta di Klebsiella

Se il corpo del bambino è indebolito, aumenta il rischio di infezione e lo sviluppo di Klebsiella. I microrganismi attaccano quando i batteri lattobacilli e bifidici nell'intestino si abbassano, quando un bambino ha avuto recentemente un'infezione grave (polmonite, ecc.). Inoltre, l'enterocolite della Klebsiella si sviluppa spesso sullo sfondo dell'infezione da stafilococco. Con l'enterocolite di Klebsiella, le feci del bambino sono solitamente schiumanti, di un colore giallo-verde scuro. Il bambino ha gas e coliche e se la gastrite si sviluppa, l'appetito diminuisce, inizia il vomito.

Trattamento Klebsiella

Ci sono tre direzioni principali nell'infezione del tratto gastrointestinale nei bambini:

  • terapia d'infezione;
  • correzione di compromissione del bilancio idrico ed elettrolitico;
  • cibo salutare (dieta).

antibiotici

Le cefalosporine, i macrolidi e la kanamicina sono usati esclusivamente per le condizioni settiche nei bambini, così come per il trattamento dei bambini prematuri, che hanno un aumentato rischio di shock tossico.

Tuttavia, va tenuto presente che gli antibiotici influenzano negativamente la microflora benefica nell'intestino di un bambino, quindi dopo un po 'l'enterocolite si manifesta di nuovo. Spesso anche i ceppi ospedalieri di Klebsiella si uniscono a lui. Pertanto, spesso il risultato di tale trattamento sono manifestazioni ripetute di gastroenterocolosi, così come forme gravi di disbiosi durante il primo anno di vita.

L'accettazione dei probiotici allo stesso tempo non migliora la situazione, poiché i microrganismi benefici muoiono durante il trattamento e non sopravvivono nell'intestino, a condizione che vi sia un gran numero di stafilococchi o di Klebsiella.

batteriofagi

I bambini nell'infanzia sono i migliori con i batteriofagi che affrontano le infezioni. Nei neonati del primo anno, è il trattamento batteriofago di Staphylococcus aureus che è il più efficace. Per il trattamento, i bambini devono ricevere i seguenti batteriofagi:

  • batteriofago da stafilococco purificato;
  • batteriofagi intestinali (contro Shigella, febbre paratifo, stafilococco, salmonella, enterococchi).

Il trattamento viene effettuato per 1-2 settimane. Se necessario, puoi praticare un ciclo di terapia ripetuto.

Tuttavia, nel corso del trattamento è necessario seguire scrupolosamente le regole per la conservazione del medicinale. Viene conservato a una temperatura di 6 gradi, cioè sulla porta del frigorifero, da dove è necessario ottenerlo in anticipo, per portare gradualmente a temperatura ambiente senza riscaldamento.

Se sono stati identificati enterococchi nelle feci di un bambino, la cui frequenza supera la norma, è necessario consultare il proprio medico, che analizzerà i risultati dello studio e prescriverà un trattamento appropriato.

Per il trattamento di Klebsiella nelle feci vengono utilizzati:

  • batteriofago Klebsiella polmonite;
  • batteriofago polivalente purificato.

Se si nota l'associazione tra Klebsiella e Staphylococcus, viene inizialmente effettuato il trattamento del batteriofago da stafilococco, seguito da un ciclo di trattamento contro Klebsiella.

nitrofurani

L'uso di sospensioni Ersefuril, Enterofuril, Stop-Diar viene praticato per i bambini a partire dal mese per il trattamento di Klebsiella e Staphylococcus aureus, che hanno un'alta sensibilità a questi farmaci. L'uso di questi farmaci può essere combinato con la ricezione dei batteriofagi. Il corso del trattamento non dovrebbe durare più di 7 giorni.

I bambini di età superiore a un anno con l'obiettivo di curare la polmonite da Klebsiella vengono prescritti Furazolidone.

Ripristino dell'equilibrio del sale marino

Le recensioni dei medici dimostrano che è molto difficile ripristinare il bilancio del sale in questo modo a casa. È necessario fornire al bambino una bevanda extra tra le poppate principali. Nelle prime sei ore, il bambino ha bisogno di essere dato liquido, aspettandosi questo: 80-100 ml per 1 kg di peso corporeo. Quindi gli vengono somministrate dosi di mantenimento di 100 ml per 1 kg di peso al giorno. Se il vomito continua, Intramus viene iniettato per via intramuscolare. Una volta ogni 10 minuti devi dare 1 cucchiaino. liquido. Anche per ripristinare l'equilibrio, vengono introdotte soluzioni di idralazina, reidrona e glucosio al 5% (1: 4). Ma se tutti i tentativi di ristabilire l'equilibrio non hanno successo, e il bambino rimane pigro, la sua diuresi è ridotta, è necessaria l'ospedalizzazione. In ospedale, a un piccolo paziente vengono somministrate infusioni endovenose.

chelanti

Del gran numero di enterosorbenti per bambini nel mercato farmaceutico, Smekta è accettabile. Ma anche questo farmaco è usato con attenzione e solo in caso di diarrea abbondante. Va notato che l'uso di Smekta aumenta la probabilità di invaginati intestinali.

immunostimolanti

Prescrivere immunostimolanti dovrebbe un medico che determina lo schema generale di trattamento del bambino. Il rimedio più efficace per le infezioni intestinali è Kipferon. Dare al bambino che questa medicina dovrebbe essere per cinque giorni.

probiotici

L'appuntamento con i probiotici è consigliabile dopo la riabilitazione dell'intestino. Ci sono un gran numero di tali farmaci, quindi è meglio che lo specialista nomini il farmaco più ottimale singolarmente. Di norma, il corso di assunzione dei probiotici è di almeno un mese.

Latte materno

Nonostante il fatto che la maggior parte delle madri moderne segua le tendenze della medicina, spesso con infezioni intestinali, in particolare con stafilococco, il bambino viene svezzato, ritenendo opportuno trasferirlo all'alimentazione artificiale durante il trattamento. Dopo il trattamento, si consiglia di ripristinare l'allattamento al seno. Tuttavia, in pratica, questo non è sempre possibile, perché il bambino, dopo essere stato trasferito all'alimentazione dei capezzoli, è pigro a succhiare il seno.

Va inteso che attualmente l'infezione da infezione da stafilococco non è in ogni caso un motivo per rifiutarsi di allattare. Dopo tutto, il latte materno è molto utile per i bambini con infezione, perché:

  • aiuta a intensificare la lotta contro le infezioni nel corpo del bambino;
  • ha una temperatura e una composizione ottimali, quindi non irrita l'intestino e lo stomaco di un bambino, in cui gli organi dell'apparato digerente sono già infiammati;
  • infatti, non è la principale fonte di infezione, come credevano i pediatri dell'URSS.

Pertanto, se un bambino ha un'infezione da stafilococco, la madre che allatta deve comportarsi come segue:

  • trattare il petto con antisettico;
  • Separare 5 ml di latte separatamente da ciascun seno in due barattoli sterili;
  • dare campioni per l'analisi, dove viene seminato e viene determinata la sensibilità agli antibiotici di ciò che è nella sua composizione;
  • Se c'è lo Staphylococcus aureus nella composizione del latte, alla madre che allatta vengono prescritti i batteriofagi, mentre l'allattamento al seno non viene interrotto.

Il rifiuto di allattare al seno è consigliabile solo se, dopo tale trattamento, si osservano elevati titoli di stafilococco nelle analisi del bambino. Quindi il bambino viene trasferito a miscele senza lattosio, sostituti del latte dalla soia.

Va notato che la soluzione precedentemente popolare chlorfillipt non fornisce sollievo alle madri che allattano dallo stafilococco, in quanto vi è un'alta resistenza dei batteri.

prevenzione

Tuttavia, come profilassi, si raccomanda comunque di trattare le crepe nei capezzoli con una soluzione di verde brillante, a cui reagiscono gli stafilococchi.

I medici raccomandano anche che le madri in gravidanza e in allattamento bevano via i corsi probiotici, anche se alcuni medici mettono in discussione tale trattamento.

È importante eseguire la riabilitazione del canale del parto prima del parto, poiché è possibile l'infezione con infezione da stafilococco durante il parto.

Se ci sono focolai cronici di infezione, vengono anche eseguiti il ​​sanatorio del nasofaringe e dell'orofaringe. È importante trattare tempestivamente la carie dentale, osservare l'igiene delle mani e del torace prima di nutrirsi e osservare tutte le regole dell'igiene personale in generale.

Una dieta corretta dovrebbe essere seguita per aiutare a superare problemi come disturbi gastrointestinali, intestino pigro, ecc.

Se un bambino è affetto da un'infezione da Klebsiella o da stafilococco, il trattamento deve essere effettuato solo da uno specialista in malattie infettive professionali, monitorando costantemente i valori di laboratorio del paziente.

Articoli Simili Su Parassiti

Come rimuovere ossiuri in un bambino
Può esserci la diarrea dai vermi?
Come rimuovere ossiuri negli adulti