Chi è il maestro intermedio e primario (finale) della catena del toro?

La tenia bovina è una tenia, che raggiunge 10-12 m di lunghezza. Parassitario nel tessuto muscolare del bestiame e colpisce il corpo umano nelle diverse fasi del ciclo di vita. È l'agente eziologico della teniainosi, che porta all'intossicazione e ai disturbi del tratto gastrointestinale.

Il proprietario intermedio di una catena di tori è una mucca o un vitello, viene infettato da elminti attraverso il cibo. L'animale mangia le uova del parassita insieme all'erba, e così entrano nello stomaco. Quindi avviene il processo di separazione della oncosfera dal guscio protettivo: il parassita passa attraverso i tegumenti quasi alla velocità della luce. La mucosa delle pareti intestinali è molto sottile, quindi la oncosfera separata dall'uovo viene rapidamente assorbita nel sangue, inizia a viaggiare attraverso i vasi e rimane nel tessuto muscolare.

Ospite intermedio della catena del toro

Un gran numero di uova non rappresenta una minaccia per la salute del bestiame, poiché il verme vive solo all'interno dell'ospite principale e le fasi precedenti del suo ciclo vitale non recano alcun danno percettibile. È impossibile raggiungere lo stadio finale di sviluppo nell'host intermedio.

Risolto nella muscolatura della mucca, la oncosfera della tenia bovina è lì per un massimo di 20 settimane, e poi si trasforma in un finlandese. Quest'ultimo è un pisello trasparente, su un lato del quale ci sono ancora 3 paia di ganci non ancora sviluppati. Dal bordo opposto è collocata la futura testa della tenia - concava all'interno di una piccola bolla. L'ospite intermedio fornisce al finlandese un posto per trasformarsi in un parassita praticamente "finito".

L'ultimo proprietario della catena del toro

Il proprietario finale di una catena di tori è un uomo, e può diventare tale se usa la carne di un animale che non è stato trattato a caldo, nei muscoli di cui questo elminto ha vissuto per meno di sei mesi. Di norma, dopo 8 mesi il finlandese muore a causa dell'incapacità di cambiare la fase del ciclo di vita.

Le seguenti carni dovrebbero essere sottoposte al trattamento termico più completo:

Sono i muscoli scheletrici, la lingua e il muscolo cardiaco a essere intrecciati da una fitta rete vascolare, grazie alla quale il finlandese ottiene la quantità massima di nutrienti necessaria per un ulteriore sviluppo.

La tenia bovina parassita nell'intestino dell'ospite finale. La trasformazione da un finlandese con una testa invertita e tre coppie di processi si aggancia a una tenia richiede 2-3 mesi. Il verme adulto inizia immediatamente a moltiplicarsi e la riproduzione avviene a un ritmo molto alto.

Le uova di vermi si trovano in segmenti del parassita. Ogni processo contiene fino a 150 mila larve e durante il giorno fino a 30 segmenti emergono dall'esterno.

Da dove viene la parassita rialzista parassita?

La tenia bovina vive nel tratto gastrointestinale ed è un grosso ostacolo all'esistenza del suo proprietario finale. L'elminto è localizzato nella parte superiore dell'intestino e diventa un diretto concorrente del corpo umano per i nutrienti. Il principale proprietario della catena del toro sperimenta una costante sensazione di fame nella fase iniziale dell'infezione, ma in seguito l'appetito quasi scompare.

L'ospite principale dell'elminto si sente malessere generale sotto forma di frequenti capogiri, debolezza generale e squilibrio mentale.

Inoltre, il proprietario finale ha segni di intossicazione:

  • nausea;
  • vomito;
  • crampi acuti nell'addome inferiore;
  • costipazione o diarrea (con segmenti di vermi presenti nelle feci).

Se il corso principale del trattamento non viene avviato in tempo, le larve inizieranno a danneggiare il sistema nervoso, il midollo spinale e il cervello. Tali organi colpiti dalla catena del toro influenzano direttamente l'attività vitale dell'individuo, pertanto è possibile un esito fatale. Il paziente sperimenterà attività epilettica, emorragie puntiformi e disturbi mentali.

Per evitare teniarinhoz, è sufficiente cucinare la carne correttamente, non gustare la carne macinata cruda e utilizzare un tagliere separato per esso. Aderendo alle regole di base dell'igiene della cucina, è estremamente facile prevenire la contaminazione con la catena bovina.

Il proprietario intermedio di tenia bovina è

Teniarinhoz, o tenia bovina

Teniarinhoz è una malattia parassitaria cronica causata da Toeniarhinchus saginatus o tenia bovina. Teniarinhoz è comune nei paesi dell'Africa, dell'America Latina, dell'Asia e in Australia. In Russia, una catena di tori con un'alta frequenza viene diagnosticata in repubbliche autonome separate: Cecenia, Daghestan, Komi, nel Territorio dell'Altaj e in altri distretti e regioni autonome.

Struttura di tori

Il parassita che causa la teniarinhoz malattia, appartiene alla classe dei tenia. La sua lunghezza può raggiungere da 3 a 10 metri (valore medio di 5-7 m). Il corpo dell'elminto è composto da diverse parti: la testa, il collo e i segmenti. Il numero di segmenti di tenia bovina è impressionante, più di 1000.

La testa di elminto è piccola, solo 2-3 mm, ed è dotata di quattro ventose con le quali il parassita si aggrappa alle pareti dell'intestino umano. Nel corpo umano, può parassitare per circa 20 anni, se non si agisce. Nella parte centrale del corpo del verme ci sono segmenti che hanno il loro sistema riproduttivo. Ciascuno di questi segmenti ermafroditi contiene più di un centinaio di uova o oncosfere. In un anno, l'elminta depone oltre 500 milioni di uova e per l'intera durata della sua vita oltre 10 miliardi. I segmenti da un collo crescono, quindi in questa parte sono i più piccoli. L'intera parte posteriore è costituita da segmenti maturi.

Il ciclo di vita della catena del toro e il meccanismo dell'infezione umana

Le feci infettate con le oncosfere della tenia bovina cadono sul terreno, il fieno. Le uova di elminto non hanno paura del freddo mite e possono svernare nel terreno. Ma sotto l'influenza delle radiazioni ultraviolette e una temperatura di 30-37 gradi le oncosfere periscono.

L'ospite intermedio della catena del toro è mucche, tori, cervi, bufali. Questi animali, che si nutrono di erba infettata da uova di elminto, diventano portatori della malattia.

La larva della catena bovina attraverso le pareti dell'intestino del bestiame è in grado di penetrare nel flusso sanguigno, diffondersi in tutto il corpo e depositarsi nei muscoli e nei tessuti connettivi. Qui le larve si sviluppano nel cisticerco in 4 mesi. Queste sono le cosiddette catene di tori finlandesi. Nel corpo del bestiame, possono vivere per circa nove mesi, quindi morire. Nella fig. 1 descrive il ciclo di sviluppo di una catena di tori.

Negli intestini di un Finn umano passa attraverso carne infetta, cruda o scarsamente arrostita. Qui viene trasformato, la testa con ventose viene esposta e fissata saldamente sulla membrana mucosa. Quindi inizia la formazione di una tenia adulta.

Lo sviluppo della catena bovina di cisticerchi nel corpo umano avviene entro 80 giorni. Dopo questo, i segmenti maturi dell'elminto escono e escono insieme alle feci umane. Quindi il ciclo di vita di una catena di tori si chiude e si ripete di nuovo.

I principali segni di infezione da elminti e la sua diagnosi

L'infezione da tenia bovina parassita helminth negli esseri umani è divisa in due fasi: l'iniziale, quasi asintomatica e cronica, in cui si verificano i seguenti sintomi:

  • il sistema nervoso diventa sconvolto, aumenta la stanchezza, la debolezza, il mal di testa e l'insonnia;
  • bruciore di stomaco, nausea, vomito, dispepsia o costipazione, salivazione anormale;
  • dolore non localizzato nell'addome, senza un posto specifico: nello stomaco, su entrambi i lati dell'addome o nella sua parte inferiore;
  • un forte cambiamento di appetito da una completa mancanza a una forte fame;
  • il segno principale e indiscutibile dell'infezione con una catena bovina è l'uscita dei segmenti del verme attraverso l'ano da solo o con le feci.

È difficile diagnosticare l'infezione a catena bovina, specialmente nella fase iniziale a causa di segni deboli. Per determinare la diagnosi viene utilizzato:

  • interrogare un malato per il consumo di carne cruda o mal lavorata;
  • analisi delle feci, raschiamento dall'ano, esame microscopico dei segmenti rilevati dell'elminto;
  • emocromo completo per anemia, leucopenia, eosinofilia;
  • rilevamento di un verme parassita nell'intestino mediante raggi X.

Se l'infezione con questo elminto non può essere rilevata in una fase precoce, allora sono possibili complicanze del decorso della malattia in forma di ostruzione intestinale, perforazione delle pareti e, di conseguenza, comparsa di peritonite, pancreatite, appendicite, interruzione del sistema biliare. L'esito della malattia nella maggior parte dei casi è positivo.

Trattamento delle malattie e prevenzione dell'infezione a catena bovina

La terapia della malattia viene effettuata su base ambulatoriale con l'aiuto di farmaci antiparassitari Fenasal o Biltricid. Prima di assumere i farmaci e durante il periodo di trattamento, viene prescritto cibo dietetico, che esclude cibi grassi, fritti, affumicati, carne e un certo numero di verdure e frutta.

Lo schema per prendere la medicina antiparassitaria Fenasal è il seguente: la sera dopo una cena leggera o al mattino, prendere una soluzione di 0,5 cucchiaino di bicarbonato di sodio diluito in 50 ml di acqua potabile a stomaco vuoto.

Dopo un quarto d'ora prendere Fenasal, sciolto in 100 ml di acqua dolcificata. Il dosaggio esatto è rigorosamente prescritto da un medico, in media non è più di 2-3 g per un paziente adulto.

Dopo aver preso un farmaco antiparassitario, l'elminto muore e esce con le feci. Il paziente viene osservato per tre mesi per identificare i segmenti dell'elminto nelle feci. Se non ce ne sono, la terapia ha avuto successo.

La tenia bovina negli esseri umani viene anche rimossa con l'aiuto di estratto di felce secca, semi di zucca e clisteri di pulizia, che vengono fatti la sera prima di prendere un rimedio a base di erbe e al mattino il giorno del trattamento.

Il paziente assume capsule di gelatina per mezz'ora, seguito da un lassativo dopo 1-2 ore. Di norma, il parassita lascia dopo 2-3 ore - altrimenti, ripetere la procedura con un clistere purificante. Dopo il completamento del trattamento della malattia, un'ulteriore osservazione del paziente si verifica una volta ogni sei mesi per 2 anni.

Per prevenire una malattia, è necessario abbandonare l'uso di carne cruda o poco cotta. Il tempo di arrostire o cuocere la carne per almeno un'ora. Per informazioni: i finlandesi dell'elminto all'interno di grossi pezzi di kebab che pesano 50 g possono sopravvivere durante la frittura. Pertanto, è meglio comprare carne che abbia superato l'ispezione veterinaria o bollirla bene.

Catene di maiale e toro: similitudini e differenze

La principale differenza tra questi vermi parassiti è chi è il loro ospite intermedio. La tenia di maiale è tollerata dai maiali.

Questo elminto sembra una testa microscopica con una proboscide, sulla quale si trovano 6 ganci chitinosi. Dalla testa cresce il collo e il corpo sotto forma di un nastro bianco. La lunghezza di un verme adulto può raggiungere da 1 a 6 metri.

Lo schema del ciclo vitale di un elminto parassita è simile al ciclo di vita di una catena di tori. Ma c'è una differenza significativa. Per la tenia di maiale un venditore ambulante può essere un uomo. In questo caso, la malattia può essere trasmessa non solo attraverso la carne finno, ma anche attraverso il bucato e le mani sporche.

È più facile rimuovere la tenia suina di quella bovina, ma l'infezione con essa è molte volte più pericolosa. Le larve della tenia di maiale possono crescere nel corpo umano, che è estremamente pericoloso per gli esseri umani.

Usando ganci, le larve penetrano il flusso sanguigno attraverso le pareti intestinali, si diffondono in tutto il corpo e si depositano in altri organi: nello stomaco, nel fegato, persino nel cervello e negli occhi. Tali casi di lesioni sono irreversibili, manifestati sotto forma di convulsioni, convulsioni, perdita della vista e fine della morte per un malato.

Tali gravi conseguenze della malattia dovrebbero insegnare alle persone a non mangiare carne di origine animale che non ha superato il controllo dei servizi veterinari, a non mangiare dubbia shashlyk, evitare i bagni pubblici, lavarsi sempre le mani con sapone dopo aver visitato luoghi affollati.

La stretta osservanza delle regole di alimentazione e igiene personale proteggerà completamente una persona dall'infezione da vermi pericolosi.

vermi

Vermi (elminti)

I vermi sono vermi parassiti che si sviluppano e vivono all'interno o all'esterno di altri organismi viventi (animali, persone, piante), che possono portare a uno scarso assorbimento di nutrienti, danni ai tessuti, reazioni allergiche e altre conseguenze.

Per ogni elminto, c'è uno o un gruppo di ospiti finali nel cui corpo sono in grado di maturare e moltiplicarsi. Molte specie richiedono uno o più ospiti intermedi per completare il ciclo di vita.

Vermi - forma colloquiale del termine "elminti", che viene utilizzato in parassitologia. Inoltre, non ci sono criteri esatti in base ai quali il verme viene definito come elminti, poiché questo è un termine creato artificialmente per comodità. Pertanto, nella sistematica zoologica, il concetto di "elminti" è impreciso e non solo i vermi parassiti appartengono spesso allo stesso gruppo tassonomico, ma anche predatori, ectocommensali (convivono, ma non danneggiano), spazzini, ecc.

Dove vivono i vermi nel corpo?

Anche se i vermi e gli elminti sono sinonimi, ma sotto il primo concetto, molte persone immaginano solo parassiti intestinali. Ma in realtà, i vermi parassiti sono così diversi che tra loro ci sono molte specie che parassitano nei vasi sanguigni, nel sistema urinario, nei polmoni, nel cuore, nella pelle e persino fuori dal corpo. E se prendiamo in considerazione anche le loro larve, allora possono essere trovate in quasi tutti i tessuti e gli organi. Tuttavia, la maggior parte delle persone adulte sceglie di vivere e allevare l'intestino - piccolo, grande e cieco, stomaco, sistema biliare. È lì che è più conveniente mangiare e moltiplicarsi, mentre le uova sono facilmente esposte all'esterno, insieme ai resti di cibo digerito.

classificazione

Tutti i vermi parassiti fanno parte di 6 grandi gruppi biologici:

  1. I nematodi o nematodi sono cilindrici, con labbra, denti e / o piastre mascellari. Sono dioici.
  2. vermi piatti:
    • Le tenie o i cestodi sono piatti, segmentati, con ventose sulla testa e talvolta un beccuccio con ganci per il fissaggio all'interno dell'intestino. Tutte le specie sono ermafrodite, quindi un individuo può moltiplicarsi.
    • Fluke o trematodi sono piatti, segmentati, a forma di foglia di un albero. Hanno genitali maschili e femminili (ermafroditi), ma preferiscono la fertilizzazione incrociata. Gli schistosomi (influenza del sangue) meritano un'attenzione particolare: hanno una forma cilindrica e si accoppiano solo trasversalmente, mentre la femmina è "dentro" il maschio.
    • I monomeri sono piccoli vermi piatti parassiti (raramente più di 2 cm), che si trovano principalmente sulla pelle o sulle branchie dei pesci.
  3. Vermi anellati o anellidi sono segmentati, spesso con escrescenze muscolari (parapodia) per il movimento. Sebbene il gruppo sia molto grande (oltre 17 mila specie), solo le sanguisughe diverse possono essere distinte dai parassiti umani. Molte specie sono parassitarie all'esterno e all'interno degli animali acquatici. La maggior parte sono ermafroditi.
  4. Vermi spinosi o raschietti - hanno una proboscide coperta di punte, che forano il muro intestinale. Nell'uomo questi parassiti sono stati trovati molto raramente. Tutti i tipi sono bisessuali.

I gruppi principali sono come nematodi, cestodi e trematodi, poiché si trovano più spesso negli esseri umani e negli animali. Per ulteriori informazioni, vedere i tipi di worm nella tabella.

Taxa biologici, che includono vermi parassiti. Tuttavia, non tutti consistono esclusivamente di parassiti.

Quanti tipi di worm ci sono?

È impossibile dire esattamente, dal momento che il loro numero è di migliaia.

Nematodi (più di 12 mila specie parassitarie) + cestodi (3,5 mila) + passeri (4 mila) + graffi (1,1 mila) + vermi anellati (diverse centinaia di specie parassitarie) = più di 20 mila

Ci sono quasi 300 specie di vermi che possono infettare gli esseri umani. Ma mentre la maggior parte di loro sono rari, e ci sono circa un centinaio di base. Molto spesso, le persone vengono infettate dai nematodi, tra cui ci sono circa 60 specie.

Come vengono trasmessi i vermi?

Esistono molti meccanismi di trasmissione: fecale-orale, contatto (attraverso la pelle), cibo, transplacentale (dalla madre al feto), trasmissibile (con punture di insetti), attraverso il latte materno.

Ma i principali per gli umani sono due meccanismi di trasmissione:

  • fecale-orale diretta (senza la partecipazione di ospiti intermedi) - le uova del verme escono con le feci ospiti e dopo la maturazione in condizioni favorevoli (da diverse ore a diverse settimane, a seconda del tipo di parassita) vengono inghiottite dal nuovo proprietario. Questo è il modo in cui vengono trasmessi i tipi più comuni di nematodi (pinworms, nematodi, tricocefali ecc.) Con lo stesso principio, una persona può diventare un ospite intermedio per alcuni nematodi (toxocars) e molto pericolosi cestodi (tapewort di maiale, echinococco, pecora ovina).
  • cibo - quando si mangia carne o pesce infetto da vermi, o meglio dalle loro larve. Questo è il modo in cui vengono trasmessi la maggior parte delle tenie (varie catene, larghe tenie), così come i raffreddori epatici, che appartengono al trematode.

Leggi di più nell'articolo: Come vengono trasmessi i vermi da persona a persona?

Il più comune sul pianeta è l'elminto trasmesso attraverso il suolo. Allo stesso tempo, le loro uova (meno spesso le larve) vi entrano, lasciando l'organismo dell'ospite insieme agli escrementi. Dopo di ciò, nella maggior parte dei casi, hanno bisogno di tempo per maturare - da diverse ore a diverse settimane, a seconda del tipo e delle condizioni ambientali. Secondo l'OMS, oltre 1,5 miliardi di persone (un quarto della popolazione mondiale) sono infette da questi elminti.

Cos'è l'elmintiasi?

Le infezioni da elminti sono malattie di esseri umani, animali e piante causate da vermi parassiti. Allo stesso tempo, gli elminti possono essere trovati nell'organismo di animali o persone (se sono adatti come ospiti) in una forma adulta o larvale, causando una certa elmintiasi. Ad esempio, quando una persona ingoia uova di tenia, le larve compaiono nel suo corpo e si incapsulano in vari tessuti, e quando vengono consumate dalle larve di maiale infette, i vermi adulti crescono nell'intestino. Nel primo caso, l'elmintiasi è chiamata tenia, e nella seconda - cisticercosi. Di solito l'infestazione da parte delle larve è molto più pericolosa dei vermi adulti.

Tra le infezioni da elminti ci sono quelle che possono essere solo malate di persone o solo certi animali - tutto dipende da che tipo di agente patogeno lo causa. Ma anche una persona può essere infettata da molti vermi, che in condizioni normali dovrebbero vivere in certi animali. Tale elmintiasi si chiama zoonotica e, di conseguenza, il parassita alla fine muore (ad esempio, anisacidosi, cestodosi) o si trova in una persona, usandolo come ospite intermedio (ad esempio, echinococcosi, toxocariasis).

Vedi tutti i principali tipi di infezioni da elminti nella tabella.

Sintomatologia nell'uomo e negli animali

La principale elmintiasi intestinale manifesta sintomi simili: disturbi gastrointestinali, perdita o aumento dell'appetito, nausea, disturbi delle feci (spesso diarrea), dolore addominale, prurito nell'ano, ecc. o animali. Pertanto, è spesso possibile sospettare la presenza di vermi nel corpo solo quando vermi adulti o parti di essi vanno insieme alle feci.

Altri tipi di vermi che si parassitano all'esterno dell'intestino e in altri organi possono manifestarsi in modi molto diversi, tra cui tosse, ingiallimento degli occhi, disturbi visivi, noduli sottocutanei, disturbi neurologici e molti altri.

Maggiori informazioni sui sintomi e segni di vermi nei bambini, in un adulto o nella sezione sugli animali.

Trattamento nell'uomo e negli animali

Il più delle volte, la terapia farmacologica viene utilizzata per combattere i vermi. Gli agenti antielmintici di base sono stati scoperti nella seconda metà del secolo scorso e sono ancora utilizzati con successo sotto vari nomi commerciali. I più frequentemente utilizzati hanno un ampio spettro di azione e comprendono albendazolo, praziquantel, mebendazolo e anche levamisolo relativamente obsoleto. Pyrantel, ivermectina, triclabendazolo, piperazina hanno una gamma più ristretta di azione contro i vermi, ma in alcuni casi sono più preferibili.

I vermi nei bambini e negli adulti sono generalmente trattati secondo lo stesso schema, solo il dosaggio del farmaco è diverso. Ma molti farmaci non sono accettabili all'età di 2 o 3 anni, nel qual caso quelli con uno spettro più ristretto di azione di pyrantel e piperazina, ma meno tossici, vengono in soccorso.

Oltre alla terapia farmacologica, vengono utilizzati altri metodi per trattare i vermi. Ad esempio, gli ascari vengono uccisi con l'ossigeno. E in alcuni casi è impossibile fare a meno dell'intervento chirurgico, specialmente quando si tratta dello stadio larvale dei parassiti nell'occhio, nel cervello, nel fegato e in altri importanti organi.

In ogni caso, è necessario iniziare con la diagnosi, passando gli esami del sangue appropriati o le feci per i vermi. E i rimedi popolari sono permessi solo come profilassi o terapia adiuvante con il permesso di un medico, poiché alcuni di essi non sono meno tossici delle compresse e delle sospensioni farmaceutiche.

L'ultimo proprietario della catena del toro è l'uomo.

La tenia di manzo, Taenia saginata, è un parassita di cestodi. Vive nella carne di mucche infette che sono state infettate inghiottendo feci umane contenenti uova di parassita. L'ultimo proprietario della catena del toro è l'uomo.

Il ciclo di vita della catena del toro

Di norma, i cestodi richiedono uno o più host intermedi nel loro ciclo di vita. Il ciclo di vita è il seguente:

  1. Il verme adulto rilascia i suoi segmenti (proglottidi riempiti di uova), che vengono portati via dal tubo digerente e rilasciati nell'ambiente attraverso le feci.
  2. I segmenti proglottidi entrano nei bovini (ospite intermedio della tenia bovina) attraverso la vegetazione infetta e quindi nel tratto digestivo degli animali. Enzimi e acidi trovati nel tratto gastrointestinale distruggono la barriera protettiva dei proglottidi e rilasciano fino a 100.000 uova nel corpo dell'animale.
  3. Le uova si trasformano in larve di oncosfera ricoperte da liner che attraversano l'epitelio intestinale e passano attraverso la circolazione sanguigna. Quindi le larve entrano nel tessuto muscolare e la oncosfera si riempie di fluido e diventa cisticerco.
  4. Per completare un ciclo di vita difficile, carne bovina cucinata impropriamente deve essere mangiata dall'uomo (il proprietario finale della catena bovina) per entrare nel sistema digestivo. Gli enzimi digestivi distruggono il cisticerco e la cisti larvale viene rilasciata e lo skoleks può uscire e attaccarsi all'intestino ospite. Quindi la saginata di Taenia può crescere e nel giro di tre mesi può raggiungere i 5 metri. A questo punto della maturità, la tenia può quindi rilasciare proglottidi per riavviarne il ciclo di vita.

Quando le persone sono ospiti primari, un cestode adulto vive solo nel tratto intestinale. Quando gli esseri umani sono ospiti intermedi, le larve possono diffondersi all'interno dei tessuti, muovendosi attraverso vari organi e sistemi nel corpo.

Il principale proprietario della catena del toro è l'uomo. I solitari di tenia di manzo sopravvivono all'interno dei loro ospiti umani, nutrendosi di sostanze nell'intestino. L'inquinamento fecale umano è necessario per sostenere questi cicli di vita.

Le tenie adulte vivono nell'intestino tenue umano. Le persone rilasciano le loro uova nell'ambiente nelle feci; queste uova mature inquinano i pascoli e gli allevamenti di bestiame, dove i bovini li mangiano. Dopo aver raggiunto il canale alimentare degli animali infetti, gli embrioni vengono rilasciati, penetrano nella parete intestinale e entrano nel flusso sanguigno. Embrioni filtrano dalla circolazione sanguigna e calpestano il tessuto muscolare.

Le larve (cioè il cisticerco) diventano infettive entro 2-3 mesi. Le persone sviluppano un'infezione della tenia da carne consumando carne cruda o poco cotta. I cisticerchi sono attivati, attaccati alla parete dell'intestino tenue da Skolex e diventano tenie mature. Questo processo di maturazione richiede 10-12 settimane per la saginata T. Una tenia produce in media 50.000 uova al giorno e può vivere 25 anni.

Habitat e cibo

Taenia saginata è un parassita, quindi il suo habitat e il cibo provengono da un altro organismo. Come abbiamo imparato sopra, il verme ha due ospiti, che infetta nella sua intera vita: è intermedio e il principale proprietario della tenia bovina.

Un verme adulto trascorre la maggior parte del suo tempo nell'intestino tenue umano. La skolex si collega al rivestimento epiteliale dell'intestino e, a causa della piccola area superficiale con cui si connette, una risposta immunitaria molto forte alla presenza di una tenia si pone nel corpo. Taenia saginata produrrà molte uova che saranno trasportate attraverso le feci umane e trasferite in un ospite intermedio.

I bovini fungono da ospite intermedio nel ciclo di vita riproduttivo quando le uova che sono passate attraverso le feci di un ospite finale infetto entrano nel corpo delle mucche. Gli enzimi digestivi distruggono il guscio denso dell'uovo e consentono la formazione di uno zigote. Quindi gli zigoti penetrano nello strato mucoso e nella circolazione sanguigna. Qui, i giovani stadi larvali di T. saginata formano una cisti di dimensioni di un pisello piena di liquido, e queste cisti sembrano formarsi nelle fibre muscolari e talvolta si trovano in alcuni organi, come i polmoni e il fegato.

Il cibo è prodotto dall'assorbimento di una tenia attraverso la membrana di un corpo piatto. I carboidrati dall'ospite sono più importanti per l'assorbimento di T. saginata, specialmente sotto forma di polisaccaridi. È più facile per questa forma che i vermi si trasformino in una forma utile di glucosio.

La tenia è un maestro dell'adattamento ambientale. Il suo corpo piatto è ideale per assorbire la massima quantità di sostanze nutritive grazie al suo rapporto tra superficie e volume. Uno skoleks aiuta un adulto a legarsi al suo ospite, specialmente quando il suo spazio vitale principale è nell'intestino. L'intestino lavora per rimuovere i rifiuti dal corpo, quindi è necessario un forte punto di ancoraggio per rimanere nel tratto gastrointestinale. La tenia ha anche usato il suo intestino per aiutarlo a continuare il suo ciclo vitale e moltiplicarsi, così ha sviluppato proglottidi segmentati.

Allo stato attuale, il rapporto tra bovini e persone è solo recente, perché l'addomesticamento di questi animali e l'agricoltura è un fenomeno abbastanza nuovo quando si considera il processo di adattamento evolutivo. Si dice che lo sviluppo del verme di Taenia in Africa iniziò con gli ominidi e il genere Homo. Era prima che le persone moderne venissero avvistate in Africa. Si ritiene che lo stile di vita carnivoro, la caccia alle antilopi e ad altri grandi animali con le corna abbia portato all'evoluzione di Taenia con l'uso delle persone come loro ultimo proprietario. Ora, con la più recente domesticazione degli animali in agricoltura, negli aspetti dell'evoluzione, Taenia ha subito il processo di radiazione adattiva e si è trasformata in nicchie diverse e ha infettato diversi ospiti intermedi. Esempi di questo includono il verme del nastro suino, T. solium o T. pisiformis, trovato nei conigli.

Prevalenza e sintomi

I semi di loto sono più comuni in Africa, America Latina, Medio Oriente e Asia centrale, meno comuni in Giappone e nelle Filippine, in Europa e nell'Asia meridionale.

Con l'infezione da T saginata, il paziente è solitamente a conoscenza dell'infezione quando i segmenti del verme vengono trasmessi nelle feci. Alcuni pazienti lamentano dolore epigastrico, diarrea e perdita di peso. La presenza di cisticerco nell'infezione da T saginata può causare sintomi di ostruzione dell'appendice, del dotto biliare e del dotto pancreatico.

Il metodo più comune per diagnosticare la tenia di manzo è l'esame della sedia. Sebbene sia relativamente facile trovare uova di questa specie all'interno delle feci, è difficile distinguerle da altre specie in questa famiglia. Per distinguere una tenia da altri vermi, gli esperti possono esaminare le feci per la presenza di proglottidi o di skolex. A volte i proglottidi possono essere trovati sui fianchi di una persona infetta, che aiuta nella diagnosi. Dal momento che la tenia bovina è simile ad altre tenie, di solito vengono eseguiti studi istologici per confermare l'infezione. Questi test comprendono lo studio dei rami uterini dei test per worm e PCR.

La maggior parte delle infezioni da tenia bovina può essere trattata con farmaci, tra cui il praziquantel, che paralizza il verme e consente all'ospite di lavarlo dall'intestino, o nicosilammide, che viene spesso usato per trattare le infezioni da verme di Trematoda. Per prevenire l'infezione negli esseri umani, è importante preparare accuratamente i prodotti a base di carne. La carne in ammollo o congelamento ucciderà anche le larve infette nella carne, ma dovrebbero essere prese altre misure, come la rimozione igienica dei rifiuti umani.

È possibile adottare diversi passaggi per ridurre al minimo l'infezione da T. saginata:

  1. Un metodo affidabile per prevenire la diffusione endemica di T. saginata è la scoperta di bovini infetti. Il metodo raccomandato è destinato al monitoraggio sierologico di routine della cisticercosi mediante ELISA.
  2. Poiché l'uovo può essere vitale da 16 giorni in acque reflue non trattate e fino a 159 giorni in erba, i bovini non devono pascolare su siti contaminati.
  3. Poiché l'infezione umana viene acquisita dal consumo di carne bovina contaminata, si raccomanda di testare tutti i prodotti a base di carne per la crescita del cisticerco.
  4. Grazie alla cottura di manzo fornisce anche una protezione completa.

E 'possibile l'uso di un vaccino antiminmintico ricombinante contro la famiglia dei cestodi di Taenia. Questi vaccini specifici sono efficaci per i bovini e non c'è motivo di credere che non saranno efficaci per gli esseri umani. Per loro sono stati utilizzati antigeni dello stadio larvale infetto di parassiti contenuti nell'uovo, clonati usando cDNA e proteine ​​ricombinanti espresse in E. coli. Per il vaccino T. saginata sono stati utilizzati due componenti antigenici: ciascun antigene da solo non era efficace quando testato come vaccino.

Dal momento che il T. saginata può essere ottenuto solo mangiando carne non cotta, è improbabile che il vaccino venga prodotto per gli esseri umani. Di solito è una malattia dei poveri che vivono in condizioni antigieniche, ed è un parassita che è relativamente facile da trattare e non causa un grado significativo di morbilità.

Cos'è un bull snake

Bullseye (Taenia saginata) appartiene alle specie di tenie parassitarie. Allo stadio larvale, il parassita infetta il bestiame, nella fase del nastro - un essere umano, causandogli la malattia da teniarinhoz. L'infezione si verifica quando si mangia carne infettata dalle larve (finlandese) dell'elminto. Se non curato, il parassita vive nell'intestino umano per 18-20 anni. Produce circa 600 milioni di uova all'anno, o 11 miliardi in tutta la sua vita. Nel corpo umano (l'ospite finale), un elminto adulto si sviluppa da un Finn, un animale (un ospite intermedio) - il parassita si sviluppa da un uovo a un Finn, situato nel tessuto connettivo intermuscolare e fibre muscolari della lingua, cuore, muscoli scheletrici e masticatori.

La tenia bovina consiste di una testa con un collo e proglottidi (segmenti) in una quantità di fino a 2 mila pezzi. La lunghezza dell'elminia è in media da 7 a 10 metri. Teniarinhoz si verifica in una persona con sintomi di lesioni del tratto gastrointestinale, spesso con sintomi lievi. La diagnosi della malattia si basa sul rilevamento di uova o proglottidi (segmenti) nelle feci.

Fig. 1. Bullseye negli umani.

Epidemiologia teniarinhoza

Distribuzione di teniarinhoz

Bullseye è comune ovunque. Soprattutto molti casi di malattia sono registrati in regioni con allevamento di animali sviluppati, la cui popolazione mangia tradizionalmente carne cruda e cruda. Fattori importanti nella diffusione dell'elmintiasi sono la contaminazione fecale del suolo e dei corpi idrici con uova di elminto, esame veterinario insufficiente della carne, basso livello di insediamenti e allevamenti di bestiame, nonché caratteristiche delle abitudini alimentari del paese.

Gli abitanti dei villaggi sono malati 3 volte più spesso dei residenti della città. Di tutti i casi, fino all'80% sono adulti.

Teniarinhoz è più comune nei paesi del Sud America, Africa e Australia, oltre che in Mongolia, in Cina e in numerosi paesi del Sud e Sud-Est asiatico. L'incidenza in Russia è registrata nella Repubblica cecena, nel Daghestan, nella Repubblica di Altai, nel Komi, nel distretto autonomo di Yamalo-Nenets, nella Repubblica di Mari El, nelle regioni di Novosibirsk e Orenburg.

Un pastore malato può infettare un'intera mandria di mucche.

Gruppo di rischio

La tenia bovina più comune si trova tra le persone che lavorano con i bovini: allevatori di bestiame, lavoratori agricoli, impianti di lavorazione della carne e macelli, cuochi, pastori, mungitrici, vitelli, ecc.

Come gli animali vengono infettati

Bovini, yak, zebre, bufali e, possibilmente, renne sono infetti da uova o segmenti di una catena bovina che vengono secreti da una persona malata con le feci nell'ambiente esterno. Le inghiottono con fieno, erba, acqua, terra, uova e segmenti che entrano in bocca quando si leccano l'urina vicino alle feci.

Le uova del tapewort bovino mostrano una maggiore stabilità nell'ambiente esterno. A temperature ambiente di 10-30 ° C, rimangono vitali fino a 150 giorni in erba, fino a 70 giorni in concime liquido e fino a 33 giorni in acqua.

Fig. 2. Uova e segmenti di tenia bovina al microscopio.

Come puoi ottenere una catena di tori

  • La fonte di infezione per l'uomo è il bestiame. Teniarinhoz si sviluppa quando si mangiano prodotti a base di carne contenenti parassita finlandese - non abbastanza carne arrostita o cotta. Ciò avviene in violazione della tecnologia di trasformazione culinaria dei prodotti a base di carne, l'abitudine di provare e mangiare carne macinata cruda, carne cruda salata e secca, spiedini di carne, bistecche con sangue, ecc.
  • Le cose una persona malata, gli asciugamani, che ha usato e il cibo preparato da lui possono servire come fonte di elmintiasi.
  • Il pericolo è l'inventario, taglieri, coltelli e altri utensili da cucina utilizzati nel processo di cottura delle carni infette.
  • Pericolo per gli esseri umani: acqua cruda, frutta non lavata, verdure e verdure, mani sporche.

Fig. 3. Nella foto i finlandesi sono una catena di tori nel muscolo del cuore di una mucca.

Fig. 4. Bullseye nella carne. I finlandesi nel tessuto muscolare di un animale hanno l'aspetto di bolle bianche.

Capo intermedio e finale della catena del toro

L'ultimo proprietario della catena del toro è l'uomo. L'infezione si verifica quando si mangia carne infettata dalle larve (finlandese) dell'elminto, cosa che si verifica quando si mangia carne cruda e semicotta. Nel corpo umano (intestino), i finlandesi si trasformano in un adulto, che produce uova di parassita. Nell'ambiente esterno vengono rilasciate uova e segmenti di parassiti contenenti uova di parassita.

Il bestiame, gli yak, i bufali, le zebre e forse le renne sono l'ospite intermedio della tenia bovina. I parassiti sotto forma di uova o segmenti entrano nel loro corpo quando si mangia erba, fieno, quando si lecca l'urina, situata vicino alle feci, con acqua e terra. Dalle uova, le larve vengono rilasciate, che attraverso il sistema circolatorio del sangue entrano nel tessuto connettivo muscolare ed intermuscolare della lingua, del cuore, dei muscoli scheletrici e masticatori, dove si sviluppano in Finn.

Fig. 5. Nella foto, la mucca e lo yak sono i proprietari intermedi del serpente del toro.

Il ciclo di vita dello sviluppo della catena del toro

Lo sviluppo della tenia bovina nel corpo dell'animale

Delle uova che erano nella 12 ulcera duodenale dell'animale, le oncosfere (larve) vengono rilasciate sotto l'influenza del succo gastrico. Essendo penetrati attraverso la parete intestinale, sono diffusi attraverso il flusso sanguigno in tutto il corpo e si depositano nel tessuto connettivo e muscolare intermuscolare della lingua, del cuore, dei muscoli scheletrici e masticatori, dove le oncosfere si trasformano in finlandesi (cisticerco) entro 4-5 mesi. I finlandesi assomigliano a una fiala di liquido (la testa dei finlandesi in questa fase è avvitata verso l'interno). Nel corpo dell'animale, vivono fino a 9 mesi e poi muoiono.

Fig. 6. Bullseye nella carne. Il parassita finlandese ha l'aspetto di bolle di bianco.

Lo sviluppo della tenia bovina negli esseri umani

Quando mangiano carne infetta nell'intestino umano, i finlandesi girano la testa (skolex) verso l'esterno, che, grazie a 4 ventose, è attaccato alla parete intestinale. Quindi dal lato del collo inizia il processo di crescita della tenia bovina - segmenti di costruzione (proglottidi). Entro 2-3 mesi, il parassita raggiunge la pubertà e inizia a produrre attivamente uova. Durante la sua esistenza (senza trattamento), il parassita raggiunge una media di 7-10 metri di lunghezza.

In un giorno il corpo dell'elminto viene allungato di 8 - 10 cm Ogni giorno l'individuo maturo dell'elminto secerne fino a 10 proglottidi riempiti di uova che spontaneamente o con le feci vengono rilasciati nell'ambiente esterno. La tenia bovina produce circa 600 milioni di uova all'anno, o 11 miliardi nella sua intera vita. Senza trattamento, la durata della vita dell'elminto è di 18 a 20 anni. Si nutre di aminoacidi e altre sostanze benefiche che entrano nel corpo del paziente, rilascia sostanze tossiche verso l'esterno, causando grandi danni a lui.

Nell'uomo, di norma, un individuo parassita. Quindi il vecchio nome del parassita è il solitario (singolo, solitario di P.). L'invasione multipla è estremamente rara, per lo più solo in focolai intensivi di elmintiasi.

Fig. 7. Nel corpo umano si sviluppano vermi adulti finn. Nella foto c'è una tenia bovina estratta dall'intestino umano

Fig. 8. Il ciclo di vita dello sviluppo della catena del toro.

Struttura di tori

La tenia bovina appartiene alla classe Cestoidea, ordine Cyclophyllidea, famiglia Taeniidae. L'elminto ha un corpo piatto a forma di nastro, costituito da un enorme (fino a 2 mila) segmenti (proglottidi), raggiunge una lunghezza media di 7-10 metri. I casi sono descritti in letteratura quando la lunghezza del parassita era di 22 metri.

Il corpo del parassita (strobo) è grigio chiaro. Si collega alla testa con un piccolo collo. I segmenti elminti sono più spessi, hanno un guscio più ruvido e meno trasparente di quello della tenia di maiale. Nell'uomo, di norma, un individuo parassita. La tenia bovina produce circa 600 milioni di uova all'anno, o 11 miliardi nella sua intera vita. Senza trattamento, la durata della vita dell'elminto è di 18 a 20 anni.

Fig. 9. Bullseye nell'uomo. La sua lunghezza raggiunge una media di 7-10 metri.

Fig. 10. Bull tsepny, estratto dall'intestino umano. La letteratura descrive i casi in cui la lunghezza del parassita era di 22 metri.

Testa (scolix)

La testa del parassita è quadrata-ovale, il suo diametro è di 1,5-2,0 mm. Ha 4 ventose muscolose ben sviluppate, con l'aiuto del quale il parassita è fissato alla parete intestinale e la pigmentaria proboscide rudimentale senza uncini (da cui il secondo nome dell'elminto - tenia inermi). Ganci sul tronco ha una tenia di maiale.

Fig. 12. Corpo e testa di una catena di tori.

Fig. 13. La testa del toro (a sinistra) e maiale (a destra) tenia.

Organi digestivi

Il parassita non ha organi digestivi. Riceve i nutrienti dal cibo consumato dal paziente, assorbendoli con la superficie di tutto il corpo.

Allevamenti

La tenia bovina, come tutte le tenie, è un ermafrodita. Ogni segmento ha il suo sistema riproduttivo. Nei segmenti situati vicino al collo, il sistema riproduttivo è solo nella sua infanzia. Nel mezzo del corpo del verme nei segmenti, i sistemi riproduttivi maschili e femminili sono già sviluppati e la fecondazione è intensa. Nei segmenti terminali del sistema riproduttivo è ridotto. In loro rimane solo l'utero, pieno di uova.

L'ovaia situata in un dvukhpolchaty unito. Si trova nella parte posteriore della proglottida. Il lobo situato sotto il dotto dello sperma è di volume inferiore rispetto al secondo lobo. Parallelamente al margine posteriore del segmento, c'è una forma tubolare di zheltochnik.

Man mano che il segmento matura, si forma un utero. Primo, è il gambo, formato dalla confluenza del dotto comune dello zheltochnikov e dell'ovidotto. Inoltre, su entrambi i lati, si formano rami laterali, 17 - 35 su ciascun lato. Alla fine, il corpo del parassita si restringe, i segmenti si estendono. La loro cavità riempie completamente l'utero con le uova. Ogni giorno un individuo maturo dell'elminto secerne fino a 10 proglottidi riempiti con uova che vengono rilasciate spontaneamente o con le feci nell'ambiente esterno. Ogni segmento contiene fino a 175 mila uova, all'interno delle quali si trovano le oncosfere (larve).

Fig. 14. L'immagine a sinistra mostra gli organi di riproduzione della tenia bovina, nella foto a destra è l'utero pieno di uova.

Fig. 15. Nella foto a sinistra, un segmento il cui volume è completamente riempito dall'utero con le uova. Nella foto a destra sono chiaramente visibili un'ovaia a due lobi, uno spermatozoo e uno zheltochnik.

Segmenti (proglottidi)

I segmenti della catena del toro crescono dal lato del collo. I proglottidi maturi sono lunghi 16-30 mm e larghi 8-10 mm. Ogni segmento ha il suo sistema riproduttivo. I proglottidi situati nel terzo medio del corpo del parassita hanno una struttura ermafrodita. I segmenti situati nella parte distale della strobila hanno altre dimensioni. La loro lunghezza è maggiore della larghezza. Il volume dei segmenti è riempito dall'utero, all'interno del quale si accumulano fino a 175 mila uova con oncosfere all'interno.

I proglottidi terminali nella quantità di 7-10 al giorno sono regolarmente separati uno per uno dallo Skolex e con le feci o indipendentemente uscire fuori. I segmenti della catena bovina sono in grado di muoversi autonomamente. Una volta fuori, spremono le uova dall'utero, che sono disperse nell'ambiente esterno. La produzione e la dispersione di uova sono il loro unico scopo.

Fig. 16. Nella foto, un segmento di un tsepnya bovino della sezione distale della strobila con un utero ben sviluppato.

Uova di una catena di tori

Le uova della tenia bovina vengono prodotte e accumulate all'interno dei segmenti distali. Fino a 175 mila uova con oncosfere (larve) all'interno si trovano contemporaneamente nell'utero. Hanno una forma sferica. All'esterno coperto da un guscio sottile con un colore giallo-marrone. La dimensione delle uova è 28 - 44 x 28 x 38 micron.

Ogni giorno nella quantità di 7 - 10 segmenti sono separati (uno alla volta) dal corpo del parassita e vanno fuori. In un anno, l'elminto rilascia fino a 600 milioni di uova. Nel corso della sua vita (18 - 20 anni) - fino a 11 miliardi.

Solo i bovini sono infetti da uova di tenia bovina. Per gli umani, non sono pericolosi.

Le uova sono resistenti all'ambiente. Nel fieno a una temperatura di 10-30 0 С essi persistono per 21 giorni, in acqua - fino a 33 giorni, in letame liquido - fino a 70 giorni, nell'erba - più di 150 giorni, sopportano lo svernamento nel letame. Le uova muoiono a temperature superiori a 30 ° C e dall'esposizione ai raggi ultravioletti.

hexacanth

Le oncosfere si trovano all'interno delle uova. Hanno 6 ganci destinati al fissaggio alla parete intestinale dell'animale. All'esterno ricoperto da una spessa conchiglia marrone a striatura radiale (embrioforo). La loro dimensione è un po 'più piccola dell'uovo ed è 30 - 40 x 30 - 30 micron.

Fig. 17. Nella foto l'uovo e la oncosfera del toro tenia. La oncosfera è circondata da un guscio marrone grosso e radialmente striato (embrioforo).

Finlandesi (cysticercus)

Le uova di una catena di tori, che entrano nell'intestino di un animale, perdono il loro guscio esterno. Le oncosfere con l'aiuto dei ganci si attaccano alla parete intestinale, quindi penetrano nel flusso sanguigno e si diffondono in tutto il corpo, stabilendosi nel tessuto connettivo e muscolare intermuscolare della lingua, del cuore, dei muscoli scheletrici e masticatori. Qui le oncosfere si trasformano in larve invasive che formano i finlandesi (cysticercus). I finlandesi sono ricoperti da un guscio sottile, attraverso il quale traspare la testa (skoleks) della futura tenia e il rudimento del collo. Cysticercus vivi 8 - 9 mesi e poi muore. Ci sono diverse aspettative di vita per Finn in diverse regioni: le larve invasive vivono per la vita in Kenya, fino a 9 mesi in Yakutia e 15 mesi in Azerbaigian.

Con grave infezione, l'animale soffre: si rifiuta di mangiare, la sua temperatura aumenta, si manifestano dolori muscolari, la funzione respiratoria e l'attività cardiaca vengono disturbate. Poi arriva l'immaginario "recupero". Alcuni animali muoiono.

I finlandesi (cysticercus) o le larve invasive hanno l'aspetto di una bolla, delle dimensioni di un pisello o leggermente più (4 - 10 mm di diametro), con una testa avvitata verso l'interno.

I finlandesi, intrappolati negli intestini di una persona, girano le teste, si attaccano alla parete dell'organo e iniziano a costruire segmenti. Presto si trasformano in vermi adulti.

Fig. 18. Schema della trasformazione della oncosfera in una giovane tenia.

Fig. 19. La figura mostra un finlandese con una testa avvitata (sinistra) e invertita (destra).

Come fa il tapish al rialzo a uscire dall'uomo

La selezione dei segmenti nell'ambiente esterno inizia dall'80 ° giorno dal momento dell'invasione della tenia bovina. I segmenti terminali (proglottidi) nella quantità di 7-10 al giorno vengono regolarmente separati dallo scolix uno per uno e escono con le feci o indipendentemente (nel 98% dei casi). Quando striscia fuori, l'integrità della parte esterna del segmento è rotta, l'utero si rompe e le uova ne vengono espulse. Stanno sulla biancheria, cadono nelle mani del paziente.

I proglottidi striscianti dall'ano e il loro movimento sulla superficie del corpo sono accompagnati da prurito costante nell'ano, un impatto negativo sulla psiche del paziente.

Fig. 20. Segmenti di una catena di tori che hanno arbitrariamente lasciato una persona.

Fig. 21. Nella foto, segmenti di una catena di tori che hanno arbitrariamente lasciato una persona.

Fig. 22. Tenia bovina estratta dall'uomo.

Fig. 23. Tenia bovina, estratta accidentalmente dai medici attraverso il passaggio nasale. Il parassita si impadronì della manipolazione del sondino nasogastrico.

Il ciclo di vita, il proprietario principale e intermedio della catena del toro

L'organismo di qualsiasi persona almeno una volta nella vita è esposto all'infezione da parassiti: ossiuri, tenie elminti, la classe dei nematodi. I worm più grandi e più pericolosi sono quelli del nastro. Questi includono: tenia e maiale tenia.

La tenia bovina è più grande del suino, il suo principale proprietario è l'uomo. E l'intermedio - mucche, tori, capre. Negli esseri umani, il "nastro" di classe elmintica può vivere per molti anni, e durante questo periodo molto danno. Il ciclo di vita delle catene è di molti anni. Durante questo periodo, il parassita può crescere fino a 15 cm.

Esteriormente, il serpente da toro sembra un lungo nastro e consiste in una piccola testa con quattro ventose e due file di ganci. Con il loro aiuto, scava nel muro intestinale di una persona e si nutre di succo sano per tutta la vita. Dopo la testa c'è un collo sottile e strobila (piccoli segmenti del corpo). Mentre l'elminto cresce, un segmento si stacca ogni volta e esce con le feci. Può muoversi indipendentemente sul terreno, erba.

Ospite intermedio per tenia bovina

Uscire da un segmento pieno di uova di motosega può rimanere nel terreno e viverci dentro per un lungo periodo, oppure può entrare nel corpo di un toro o di una mucca (ospite intermedio) con mangime (erba, miglio). Lì il parassita inizia a svilupparsi ulteriormente. La larva, "nata" dall'uovo, cresce e si trasforma in una pinna. 3-5 mesi dopo l'infezione, la carne di mucca inizia a rappresentare un pericolo per la salute e la vita umana. Una finca può vivere nell'ospite intermedio per un massimo di nove mesi. Vive nel tessuto muscolare di una mucca, un toro. Se durante questo periodo non ci sono state infezioni, il finlandese muore.

Per l'ospite intermedio (mucca, toro) l'elminto non è così pericoloso. Non può portare alla morte. Ma la carne, che poi ha mandato l'animale, può infettare gli umani. Pertanto, è molto importante acquistare la carne in luoghi collaudati, dove viene testata per la qualità.

L'host principale (finale) per la catena del toro

Dopo aver acquistato carne di vacca infetta, deve essere sottoposta a un forte trattamento termico (frittura, bollitura, cottura a vapore). Se la carne parzialmente cotta entra nel corpo, quindi avendo i finlandesi nella catena, infetterà una persona (l'ospite principale). Dopo 2-3 mesi, un elminto adulto a tutti gli effetti "vive" nel corpo umano, che si riproduce da solo e danneggia la persona. Come è l'infezione in fasi, puoi vedere nella foto.

Si nutre dell'elminto con tutto il suo corpo, avvelenando contemporaneamente il corpo umano con le sue emissioni tossiche. Il corpo umano viene avvelenato e compaiono sintomi che richiedono attenzione immediata.

Cosa succede nell'uomo dopo la catena dell'infezione?

Perché la tenia rialzista è così pericolosa per gli umani. Entrando nel corpo, inizia a crescere e "rubare" i nutrienti da una persona. Pertanto, ci sono problemi di salute.

  • Le funzioni secretorie e motorie del tratto gastrointestinale sono compromesse.
  • Man mano che la catena cresce, compaiono le spire del suo corpo, che porta al blocco (ostruzione intestinale).
  • A causa dell'alimentazione dell'elminto con i globuli rossi e del rilascio di sostanze tossiche nell'intestino, una persona ha una forte allergia.
  • Esaurimento nervoso e fisico dovuto alla mancanza di vitamine e sostanze nutritive nel corpo.

Dopo tali fallimenti nel corpo, la persona inizia a provare disagio e ha sintomi:

  • Cattivo sonno, nervosismo, debolezza, stanchezza.
  • Dolore addominale inferiore e formicolio ai lati.
  • Nausea, passando nel vomito.
  • Cambio brusco delle feci (liquido - costipazione).
  • Riluttanza a mangiare
  • Perdita di peso acuta.

Tutti questi sintomi suggeriscono che l'uomo è diventato il principale (principale) proprietario della catena del toro. Sospettando questo, è necessario consultare un medico. Quindi passare attraverso una diagnosi approfondita e superare tutti i test.

Naturalmente, fino al momento in cui la catena cresce e raggiunge la maturità nel corpo umano, non si presentano sintomi. Una persona vivrà in pace e si godrà la vita.

Se i test sono confermati, è necessario iniziare il trattamento.

Il trattamento può essere effettuato sia in ospedale che a casa. Tutto dipende dalla gravità della malattia.

Accade così che i finlandesi della catena si siano diffusi con il flusso di sangue in tutto il corpo. Quindi tutti gli organi sono a rischio, anche il cervello. Ovviamente, le conseguenze saranno peggiori e il trattamento sarà più intenso. Perché l'infezione del cuore, dei polmoni, del fegato, della milza con una catena di tori può portare ad un ascesso, appendicite, pancreatite.

Un esame ecografico approfondito aiuterà a determinare la posizione dell'elminto nel corpo. Se la tenia bovina si trova solo nell'intestino, i farmaci antielmintici aiuteranno a rimuoverla. Ma allo stesso tempo sarà necessario assumere farmaci antistaminici che aiuteranno ad evitare le allergie durante il trattamento.

Dopo il corso del trattamento, è necessaria la terapia, ripristinando la motilità intestinale e il sistema immunitario. Quindi si eseguono di nuovo esami del sangue e delle feci per confermare la cura per il parassita.

In conclusione, vorrei consigliare che mentre il bestiame è il proprietario intermedio della tenia bovina, e non voi, iniziate a mangiare carne completamente arrostita. Inoltre, quando si sceglie la carne, prestare attenzione alla sua qualità, in modo da non diventare il principale (definitivo) proprietario della catena del toro. Lascia che la tenia rialzista e il suo proprietario intermedio non ti tocchino, prenditi cura di te stesso.

Nessuno tranne te può salvare il tuo corpo da parassiti. Solo tu sei in grado di controllare tutto. Segui anche le regole d'igiene: lavati le mani dopo aver lavorato con il terreno, prima di mangiare. Lavare i prodotti prima che vengano consumati! Abbi cura di te e non ammalarti!

Articoli Simili Su Parassiti

Può esserci la diarrea dai vermi?
tiberal
Semi di zucca parassita: proprietà utili ed efficienza